/ Toro

Che tempo fa

Cerca nel web

Toro | domenica 18 dicembre 2016, 17:07

Il ciclone Mertens si abbatte sul Toro

Il Napoli risolve la pratica in poco più di venti minuti con una tripletta dello scatenato belga, che nel finale firma il poker personale. Terza sconfitta di fila per gli uomini di uno stralunato Mihajlovic, che sbaglia tutto. Di Belotti, Chiriches, Rossettini e Iago Falque gli altri gol di una partita senza storia

Altro che riscatto, per il Toro adesso è crisi. Al San Paolo non c’è partita, risultato in ghiaccio già a metà del primo tempo. La seconda tripletta di Dris Mertens nel giro di una settimana manda k.o. una squadra stralunata, che subisce la terza sconfitta consecutiva consegnandosi agli avversari in versione pacco natalizio, che gli uomini di Sarri hanno dovuto semplicemente scartare. In una ripresa senza storia, è andato in onda il festival del gol, con Mertens arrivato al poker personale che gli era mancato a Cagliari (perché Sarri lo aveva sostituito), mentre Belotti, Rossettini e il rigore di Iago Falque hanno reso un po’ meno severo il punteggio, ma non la sostanza delle cose.

Sinisa Mihajlovic ha provato a cambiare il Toro, dopo la sconfitta nel derby, ma ha peggiorato solamente le cose: schierare il tridente offensivo, ma con Zappacosta nel ruolo che solitamente è di Iago Falque, è un non senso, come lo schierare Moretti al centro della difesa al fianco di Rossettini, i due sono stati fatti a pezzi da giocatori più veloci e giovani come gli avanti napoletani. Mertens segna al 13’ sugli sviluppi di un corner, poi trasforma il rigore che lui stesso si era procurato (fallo di Barreca) e infine firma il 3-0 con un tap-in successivo all’inutile miracolo di Hart su Callejon. I padroni di casa avrebbero potuto chiudere il primo tempo con un punteggio tennistico, se non avessero esagerato con i tocchi di fino e badato maggiormente alla concretezza: ogni volta che la squadra di Sarri accelerava, con due tocchi arrivava in area di rigore con irrisoria facilità, vista l’assoluta inconsistenza del Toro in mezzo al campo dove il febbricitante ex Valdifiori (sostituito dopo l’intervallo da Lukic) e Baselli non ne indovinavano una neanche per sbaglio, lasciando alla merce degli avversari una difesa già in difficoltà di suo, soprattutto con Barreca.

Nella ripresa il Napoli è rientrato in campo con spirito vacanziero e il Torino ha potuto limitare i danni e migliorare il suo score offensivo. Grazie a un bell’inserimento di Benassi, nasce un doppio rimpallo che favorisce Belotti, lesto a fare secco Reina. Poi Hamsik ci prova senza fortuna, ma è Reina ad evitare il secondo gol granata, con una pronta uscita sul lanciatissimo Iago Falque, subentrato a Zappacosta. A quel punto Miha prova con il 4-2-4, togliendo uno spaesato Baselli per inserire il peso di Maxi Lopez in attacco. Chiriches porta il Napoli sul 4-1, Rossettini approfitta di una corta respinta di Reina e firma la seconda rete granata, poi Hamsik sfiora il quinto gol per il Napoli, che poi viene trovato da Mertens con un pallonetto da manuale, che scatena l’ovazione del San Paolo.

Il rigore di Iago Falque rende un po’ meno amaro il boccone per il Toro, che sfiora addirittura il 5-4 con Ljajic. Chissà cosa sarebbe successo se  granata avessero avuto un altro spirito e la formazione giusta fin dal primo minuto… Ora va resettato tutto rapidamente, perché giovedì sera c’è il Genoa per provare a tornare alla vittoria e chiudere dignitosamente il 2016.


TABELLINO

Napoli – Torino 5-3 (3-0)

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoulam; Zielinski (28’ st Allan), Jorginho (22’ st Diawara), Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne (36’ st Giaccherini). All. Sarri

TORINO (4-3-3): Hart; De Silvestri (11’ st Iago Falque), Rossettini, Moretti, Barreca; Benassi, Valdifiori (1’ st Lukic), Baselli (21’ st Maxi Lopez); Zappacosta, Belotti, Ljajic. All. Mihajlovic

Arbitro: Doveri Di Roma

Reti: 13’, 17’ (rig.) e 22’ Mertens, st 12’ Belotti, 25’ Chiriches, 30’ Rossettini, 35’ Mertens, 38’ Iago Falque (rig.)

Ammoniti: Rossettini, Moretti, Lukic

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore