/ Toro

Che tempo fa

Rubriche

Cerca nel web

Toro | sabato 18 marzo 2017, 20:08

Baselli e Acquah non bastano al Toro, l'Inter fa 2-2 grazie agli errori di Hart

Nel finale Perisic si divora due volte il terzo gol, ma sarebbe stata una beffa per gli uomini di Mihajlovic

La sfida tra i bomber Belotti e Icardi finisce senza gol per entrambi, mentre si chiude 2-2 tra Toro e Inter nel primo anticipo della decima di ritorno. Nel primo tempo a Kondogbia ha replicato Baselli, nella ripresa subito dopo il gran gol di Acquah è arrivato il pareggio di Candreva, che ha approfittato di un errore di Hart, già protagonista in negativo nell'azione dell'1-0.

Sul piano del gioco la squadra di Mihajlovic ha tenuto testa ai più blasonati avversari, andando in vera sofferenza solo nel finale, con Perisic che per due volte ha sbagliato il colpo del k.o. Ma sarebbe stata una sconfitta immeritata per un Toro irriducibile e generoso, che ora avrà la pausa per riordinare le idee, in vista del prossimo appuntamento casalingo, il 2 aprile contro l'Udinese. Per l'Inter, invece, dopo 12 gol segnati nelle due precedenti uscite, brusca frenata nella corsa al terzo posto: ora gli uomini di Pioli non potranno più sbagliare se vogliono inseguire un piazzamento Champions.

In un Olimpico pieno e con amplissima rappresentanza di tifosi nerazzurri nel settore ospiti, la partita inizia ancora con luce naturale, anche se i riflettori sono già accesi. Giocatori tutti in campo con le maniche corte e se nelle fila dell'Inter non ci sono novità rispetto alla formazione annunciata, Mihajlovic non rischia Castan al centro di una difesa dove l'esperienza di Molinaro è preferito alla freschezza di Barreca, con Baselli e non Benassi nel trio di centrocampo, mentre in attacco Iturbe per la seconda volta consecutiva costringe Iago Falque in panchina. Gli ospiti partono meglio, con due tentativi sballati di Gagliardini e un gol annullato per (evidente) fuorigioco di Icardi, nel primo quarto d'ora il Toro si fa vedere solo con una conclusione dalla distanza di Iturbe, mentre Hart deve fare una spericolata uscita coi pugni al 19', ma D'Ambrosio non ne approfitta, calciando malamente a lato.

Dopo una fase maggiormente equilibrata, l'Inter trova il vantaggio al 27' con Kondogbia, che si incunea in area (forse dopo essersi aiutato con una mano) dimenticato dai difensori granata, che gli consentono di scoccare un tiro che sorprende Hart, incapace di trattenere una conclusione tutt'altro che irresistibile. Il vantaggio nerazzurro dura poco più di cinque minuti, perché su azione d'angolo Moretti di testa allunga la traiettoria e l'inserimento di Baselli vale l'1-1. L'Inter torna a macinare gioco fino alla pausa, ma Hart è chiamato in causa solo sugli sviluppi di un angolo con Gagliardini.

In avvio di ripresa il Toro si ripresenta decisamente più intraprendente e per poco Belotti non beffa subito una leggerezza di Handanovic in uscita, al 9' il duello si ripete e il portiere dice di no al gol numero 23 in campionato del bomber granata con un'autentica prodezza. L'Inter soffre, anche per le sofferenze dell'acciaccato Medel, che è costretto a lasciare il posto a Murillo, ma è il Toro a fare la partita e a sfiorare ancora il 2-1 con un tiro-cross di Molinaro. Il gol, però, è nell'aria e arriva grazie a una sventola all'incrocio dei pali del generosissimo Acquah, sul quale neppure Handanovic può nulla. La reazione dell'Inter arriva immediata, con un tocco ravvicinato di Icardi sul quale Hart sfodera un riflesso felino, un minuto dopo però il portiere inglese va a farfalle sul cross di Ansaldi e Candreva ne approfitta, insaccando a porta vuota.

Il pareggio subito non scoraggia il Toro, che riparte alla carica, con un inserimento offensivo di Rossettini murato in extremis dalla difesa interista, mentre al 22' il nuovo entrato Boyé (subentrato a uno Ljajic che non ha gradito il cambio), con un numero d'alta scuola sfiora il 3-2. Mihajlovic gioca anche la carta Iago Falque al posto di Iturbe, ma è Eder (subentrato a Banega) a negare il gol del sorpasso interista, trovando sulla sua strada un Hart finalmente all'altezza. In un concitato finale, dopo un fallo di Ansaldi su Belotti non fischiato, la panchina granata esplode e Banti caccia due collaboratori di Mihajlovic, che di suo gioca il tutto per tutto, inserendo Maxi Lopez per Baselli. Il Toro, però, non ne ha più e, dopo un paio di prodigiosi recuperi di Moretti, viene graziato da Perisic al 90', situazione che si ripete anche nel terzo dei sei minuti di recupero. Ma il risultato non si schioda più, finisce con un pareggio giusto ma che serve poco ad entrambe.


Torino – Inter 2-2 (1-1)

TORINO (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro; Baselli (39' st Maxi Lopez), Lukic, Acquah; Iturbe (24' st Iago Falque), Belotti, Ljajic (20' st Boyé). All: Mihajlovic

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel (12' st Murillo), Miranda, Ansaldi; Gagliardini, Kondogbia (31' st Brozovic); Candreva, Banega (15' st Eder), Perisic; Icardi. All: Pioli

Arbitro: Banti di Livorno

Reti: 27' Kondogbia, 32' Baselli; st 14' Acquah, 17' Candreva

Ammonito: Maxi Lopez

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore