/ Toro

Che tempo fa

Cerca nel web

Toro | domenica 28 maggio 2017, 07:33

“Toro, una stagione comunque positiva. Il mio futuro? Non so cosa succederà”

Mihajlovic prima del Sassuolo non garantisce nulla per sé e per Belotti. “Vogliamo chiudere bene per rispetto dei tifosi. Orgoglioso di essere l’allenatore del Toro all’inaugurazione del Filadelfia”

Con nel cuore e nella mente ancora le emozioni per l’inaugurazione del Filadelfia, in casa Toro c’è un clima da ultimo giorno di scuola. Quella di stasera contro il Sassuolo sarà l’ultima partita di campionato e il passo d’addio per molti giocatori che la prossima stagione non vestiranno più la maglia granata: da Hart a Castan, da Padelli a Iturbe, da Ajeti ad Avelar, ma l’elenco rischia di essere molto lungo.

Chissà se sarà anche l’ultima con il Torino per Andrea Belotti. Mister 100 milioni rischia di essere il tormentone dell’estate, ma Sinisa Mihajlovic se ne fa una ragione, comunque finirà la vicenda: “Lui ha un contratto, sceglieremo una data e parleremo per decidere cosa fare. È inutile fasciarsi la testa adesso: se il Gallo ci sarà bene, se no rispetteremo la sua decisione e avremo soldi da reinvestire sul mercato”. L’ultima settimana è stata molto calda anche per il tecnico granata, che voci di corridoio davano ai ferri corti con la squadra dopo il ritiro punitivo deciso dopo il Napoli e il duro confronto avvenuto negli spogliatoi di Marassi domenica scorsa: “Ho letto ricostruzioni fantasiose, cose totalmente inventate”, ha tagliato corto Mihajlovic. “Dico solo che contro il Sassuolo ci impegneremo al massimo davanti al nostro pubblico per chiudere al meglio”. Ma potrebbe essere anche l’ultima per l’allenatore? “Io ho ancora il contratto per un anno, poi non so cosa succederà”.

Il serbo, tornando sulle emozioni suscitate dalla due giorni del 24-25 maggio, ha dichiarato: “Sono molto orgoglioso di essere stato l'allenatore del Toro nel momento dell'inaugurazione del Filadelfia.  Credo che queste giornate ci abbiamo trasmesso qualcosa di importante: avere un centro sportivo all'altezza ti può portare qualche punto in più anche in campionato”. Ma per migliorare la classifica servirà anche un mercato ad hoc, perché ormai in casa granata tutti si aspettano l’Europa: “Ho sempre detto che era un obiettivo che volevamo raggiungere in due anni”, tiene a precisare Mihajlovic: “Mi dispiace molto che si evidenzino solo le cose negative. Per l’anno prossimo bisogna tenere il rendimento e l'atteggiamento che abbiamo in casa e migliorare in trasferta”.

Insomma, ora il tecnico passa la palla alla società. Dopo essersi esposto molto, Mihajlovic evita proclami, ma ci tiene a sottolineare che “il nono posto è il massimo che potevamo ottenere. A parte l’Atalanta, che è stata la sorpresa del campionato, quelle che ci sono davanti erano tutte più attrezzate di noi”. E dopo aver citato i gol segnati, i tanti giovani lanciati, il serbo dichiara testuale: “abbiamo migliorato la rosa, che oggi vale di più che ad inizio campionato”. Un messaggio neppure tanto cifrato indirizzato ai naviganti Cairo e Petrachi. “Migliorare dipenderà da molteplici fattori: più giocatori bravi avremo nella rosa, più possibilità avremo”. E chissà se ancora con lo stesso tecnico alla guida del gruppo.

 

PROBABILI FORMAZIONI

TORINO (4-3-3): Hart; De Silvestri, Rossettini, Moretti, Barreca; Acquah, Lukic, Baselli; Iago Falque, Belotti, Boyè. All. Mihajlovic

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo; Lirola, Acerbi, Antei, Peluso; Biondini, Magnanelli, Sensi; Berardi, Iemmello, Politano. All. Di Francesco

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore