/ Ciclismo

Che tempo fa

Cerca nel web

Ciclismo | domenica 25 giugno 2017, 08:01

Piemonte Tricolore: oggi la prova in linea da Asti a Ivrea

Grande attesa per i torinesi Felline e Visconti; tutti i big italiani al via, la gara potrebbe decidersi sulla salita de La Serra

Foto dal sito del team Bahrain Merida

Foto dal sito del team Bahrain Merida

Si concludono oggi i Campionati Italiani di ciclismo su strada che stanno coinvolgendo il territorio del Canavese. Sono in programma tre prove in linea, che stabiliranno i nuovi campioni italiani nelle categorie Juniores Femminile, Elite Femminile e Professionisti Maschile.

La corsa Juniores femminile avrà lunghezza di 69 chilometri e porterà da Leini a Ivrea. La gara élite donne avrà lo stesso percorso, ma con un numero di giri più alto all’interno del circuito di Ivrea, tanto che la gara sarà lunga 111 chilometri. Infine la prova maschile, con partenza ad Asti e arrivo sempre a Ivrea per 236 chilometri e valida come edizione 2017 della Gran Piemonte.

Il circuito finale eporediese, che verrà affrontato quattro volte, avrà lunghezza 21.3 km e prevede anche la salita de La Serra, nella quale gli ultime due chilometri avranno anche una pendenza tra il 10 e il 15%. Dopo lo scollinamento ci sarà la discesa, poi il finale molto pianeggiante, nel quale gli inseguitori cercheranno di riprendere i ciclisti che avranno provato l’attacco sullo strappo in salita.

Grande attesa per i torinesi Felline e Visconti, con il primo già grande protagonista nella cronometro di venerdì, nella quale ha vinto la medaglia d’argento. Da seguire con attenzione sono Caruso e Pozzovivo protagonisti recentemente in Svizzera, Aru e Finetto, bravissimi nel Delfinato e un Moscon in grandissime condizioni. Cercheranno l’attacco anche Vincenzo Nibali, alla prima gara dopo il Giro d’Italia, e Diego Rosa, molto attratto dalla prospettiva di essere protagonista non lontano dalla sua Alba. 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore