/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | mercoledì 12 luglio 2017, 11:01

A Torino un week end dedicato alla montagna

Da venerdì a domenica si svolgerà il convegno "La montagna dove tutto nasce - Gli allenatori"

Un fine settimana per riflettere sulla montagna, sulle sue risorse, sulle opportunità di sviluppo sostenibile e di occupazione che può offrire, a partire dalla valorizzazione del patrimonio di bellezze naturali, eredità culturali, saperi e sapori, capacità di accoglienza turistica e di formazione sportiva.

È un fine settimana intenso quello che lo staff della Turin Marathon di Luigi Chiabrera propone da venerdì 14 a domenica 16 luglio alla Cascina Marchesa di corso Regina Margherita 371/10, contando sul supporto della FISI, dell’AMSI, del Collegio Maestri di Sci del Piemonte, dell’UNCEM-Unione Comuni e Unioni Montane del Piemonte, dell’ATL “Turismo Torino e provincia”, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte, della Città Metropolitana di Torino e della Città di Torino.

La manifestazione “La montagna dove tutto nasce – Gli allenatori” intende riportare l’interesse dell’opinione pubblica sui temi del lavoro in montagna, focalizzando l’attenzione sulle figure professionali dei maestri di sci e degli allenatori, senza i quali l’avviamento allo sci alpino e nordico e l’addestramento dei giovani atleti sarebbe impensabile. Gli operatori del settore turistico, del mondo dello sport, gli amministratori pubblici e i giornalisti potranno confrontarsi sulle tante valenze naturalistiche, turistiche, professionali e tecniche che le vallate alpine sono in grado di esprimere.

Il Piemonte vanta da molti anni una scuola tecnica di maestri di sci, istruttori e allenatori all’avanguardia a livello internazionale. La professionalità dei tecnici piemontesi è uno dei fattori vincenti per le squadre agonistiche regionali di sci alpino come per quelle azzurra e per le Nazionali di numerosi Paesi alpini e del Nord America. Nei tre giorni dell’evento torinese si festeggiano i migliori allenatori italiani, ma si avvia anche una riflessione sui segreti della scuola tecnica italiana e sulla salvaguardia di un patrimonio professionale e scientifico.

“La montagna dove tutto nasce” è il tema di un convegno-seminario che si tiene venerdì 14 luglio a partire dalle 10. Si parla di lavoro in montagna, risorse naturali e loro valorizzazione, energia, turismo, promozione e gestione degli sport della montagna. La riflessione verte su cinque filoni fondamentali: - Leggi e normative, referente la parlamentare torinese Silvia Fregolent. L’obiettivo è di esaminare proposte di legge nazionali e regionali sui temi del lavoro e della montagna, sui costi dell’accoglienza, sulle seconde case e sulle peculiarità delle Regioni a Statuto speciale. Il tavolo di lavoro è aperto e rivolto in particolare ai rappresentanti del mondo della politica, alle associazioni di categoria e più in generale ai rappresentanti del mondo del lavoro. - Istruzione, formazione e aggiornamento, referente Pietro Marocco, Presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali.

L’obiettivo è un approfondimento sulla necessità di formazione e produzione continua di cultura e informazione. Sono previsti interventi di referenti di istituti professionali e Licei sportivi, Università, Assessorato all’istruzione della Regione Piemonte e assessori comunali impegnati sul tema. Fortemente coinvolte anche le Scuole di Sci, gli Sci Club e la FISI. - Energia, impianti e trasporti, referente il Consigliere regionale Daniele Valle. Il gruppo di lavoro intende sviluppare i temi dell’utilizzo dell’acqua, dei costi dell’energia, dei sistemi di trasporto su rotaia e a fune, condividendo linee strategiche per ridurre l’inquinamento e favorire il transito collettivo.

Tra i soggetti partecipanti IREN, Metanalpi, Teleco, Axel, SMAT, Arpiet e Osservatorio Alta Velocità. - Lavoro, manutenzione e recupero, integrazione, referente il Presidente di Uncem Piemonte, Lido Riba. I temi in discussione sono la manutenzione e la costruzione di strutture per il governo della montagna, la progettazione e il governo della filiera produttiva del legno e della pietra, l’agricoltura di montagna e i prodotti alternativi. Fra i partecipanti attesi vi sono le associazioni di lavoratori, le cooperative e i Sindaci, con loro esperienza di lavoro e di integrazione. Di particolare interesse la testimonianza del primo cittadino di Ormea, Giorgio Ferraris. - Immagine del territorio, referente il Consigliere regionale Elvio Rostagno.

Il tavolo affronta il tema del restauro e dell’inserimento ambientale delle costruzioni. Sviluppare il tema del paesaggio e della valorizzazione dell’immagine non è solo un fatto culturale, ma è un elemento di crescita della coscienza e uno stimolo di lavoro intellettuale. È prevista anche una riflessione sulla sburocratizzazione e sull’esigenza di una legislazione facilmente leggibile e applicabile. A conclusione dei lavori delle sessioni tematiche si tiene un’assemblea plenaria per la condivisione di riflessioni e proposte. Nel pomeriggio le conclusioni dei gruppi di lavoro vengono esposte nel corso di un convegno. Il successivo dibattito è aperto a tutti i protagonisti del mondo del lavoro, delle professioni montane e dell’istruzione che intendono portare il proprio contributo.

A chiusura del convegno sono previsti gli interventi degli assessori regionali Alberto Valmaggia (con deleghe all'Ambiente, urbanistica, programmazione territoriale e paesaggistica, sviluppo della montagna, foreste, parchi e protezione civile) e Gianna Pentenero (Istruzione, lavoro, formazione professionale). Le conclusioni sono affidate al Ministro dello sport, Luca Lotti. Sabato 15 luglio alle 18 alla Cascina Marchesa è invece in programma una festa, nel corso della quale è previsto un concerto di Simonetta Sharon, mentre lo Sci Club GIS-Giornalisti Italiani Sciatori assegna la prima edizione dei premi al miglior allenatore e al migliore skiman dell’anno in Coppa del Mondo, ai quali viene offerto un viaggio su navi della Costa Crociere per due persone. La giornata conclusiva di domenica 16 luglio è all’insegna del tema della sicurezza in montagna, grazie al supporto della Protezione Civile e della Croce Rossa, che hanno in programma dimostrazioni, attività operative e organizzative.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore