/ Ciclismo

Che tempo fa

Rubriche

Cerca nel web

Ciclismo | martedì 19 settembre 2017, 16:34

Il Giro d'Italia 2018 torna protagonista sulle montagne piemontesi

La prima a Prato Nevoso nel cuneese, la seconda sullo Jafferau sopra Bardonecchia

Non si sono ancora spenti gli echi della splendida vittoria di Tom Dumoulin davanti al Santuario di Oropa tra un mare di folla nel Giro 2017, che il Piemonte potrebbe essere grande protagonista anche nella prossima edizione. Nel Giro 2018 che dovrebbe scattare per la prima volta in assoluto con la cronometro di Gerusalemme, la nostra regione troverebbe spazio con due importanti tappe in salita.

La prima a Prato Nevoso nel cuneese, la seconda sullo Jafferau sopra Bardonecchia. La montagna valsusina e' stata protagonista anche in tempi recenti, quando in una giornata fiamminga di pioggia, vento e neve, Santambrogio si impose su di un consenziente Nibali, che pero' ipoteco' il Giro, mentre in passato fu Merckx a dominare in solitudine, dopo aver staccato impietosamente, il pur valoroso grimpeur spagnolo Fuente. Prima dell'arrivo sullo Jafferau, la tappa sarà preceduta da quello che ormai è diventato lo "stadio dei ciclofili", ovvero il Colle delle Finestre. Una salita di 10 chilometri su sterrato, 20 complessivamente da Meana, scoperta da pochi anni, ma diventata ormai un pezzo pregiato della Corsa Rosa.

Insomma come già accaduto in passato, il Piemonte potrebbe garantire non solo lo spettacolo, ma anche a designare nome e volto del vincitore del Giro d'Italia 2018.

Paolo De Bianchi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore