/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | lunedì 25 settembre 2017, 08:48

Eccellenza, 100 gol di Alessio Ammendolea con la Denso: "Dedicato alle mie figlie Alice ed Eleonora e a mia moglie"

Giorno speciale per l'attaccante della Denso, club formato azienda di Poirino

Eccellenza, 100 gol di Alessio Ammendolea con la Denso: "Dedicato alle mie figlie Alice ed Eleonora e a mia moglie"

100 gol di Alessio Ammendolea (oggi ai nostri microfoni) con la Denso e quasi il doppio in una carriera partita dal settore giovanile della Juventus e dal viaggio in serie C a Ragusa. 100 gol che arrivano nel giorno della prima storica vittoria della Denso (squadra formato-azienda partita 6 anni fa dalla Terza Categoria) in Eccellenza. E' successo contro il Fossano alla terza giornata: 2-1 per i biancorossi di Panetta con la rete di Dalla Costa, migliore in campo e incubo dei blues, che apre le marcature con un bolide dopo una percussione in velocità e quella di Ammendolea che rende ininfluente il tentativo di rimonta del fossanese Buongiorno nella ripresa.

Alessio, un giorno particolare, il 100esimo gol arrivato in tap-in dopo una prima respinta su calcio di rigore e una curiosità da raccontare: "Sono davvero molto felice...Ho fatto alla Denso due anni di Prima Categoria e due di Promozione. Questo è il primo anno in Eccellenza, ma in azienda lavoro da 7 anni. Qui non c'è solo una squadra, ma un gruppo di amici, compagni di squadra e colleghi. Dal lunedì al venerdì si lavora, la domenica si gioca. Tutti assieme. E' una grande famiglia. A proposito di questo la mia famiglia si è allargata...Sono diventato da poco di nuovo papà". E' un Ammendolea beato tra le donne: la moglie Sara, la piccola Alice ed è appena arrivata Eleonora: "La dedica è tutta per loro. Sono la mia vita".

E' incredibile come sia nato il conteggio dei 100 gol: "Stavamo leggendo in società un giornale e in particolare un articolo che faceva riferimento al numero di gol di Barison. Il dirigente Max Gobetti mi ha chiesto "e tu quanti ne hai fatti?". A quel punto è andato lui a prendere tutti i dati. Ha fatto i conteggi e li ha rifatti una seconda volta. Poi è tornato e mi ha detto "sei a 99...". Ieri quindi è stata una gioia incredibile. Non avevo mai tenuto il conto dei miei gol, pur sapendo che con la Denso avevo la media di 20-25 gol l'anno, qualcuno in più in Prima Categoria".

Non solo gioie, ma anche riflessioni per Ammendolea: "Sto per fare 33 anni. Essendo arrivato a giocare fino in serie C dopo l'esperienza alla Juve mi sono spesso chiesto se fossi stato in grado di fare un altro tipo di carriera. Oggi mi dico che sono felicissimo di quello che ho fatto. Qualche disavventura l'ho passata, ma ho avuto intorno a me tantissime persone vere, specialmente qui in Denso. Tutti gli allenatori mi hanno lasciato qualcosa e spero anche io di aver lasciato molto agli altri, più a livello umano che calcistico. Mi interessa più che qualcuno mi chieda un consiglio o una risposta e meno che mi venga a parlare di calcio. Quando so che qualcuno si può fidare di me come persona, e non solo come giocatore, sono soddisfatto e orgoglioso. In Piemonte molti sanno chi sono al di là di questi 100 gol, che infatti non ho mai sponsorizzato. Anzi, siete stati bravi voi giornalisti ad arrivarci perchè lo sapeva solo la mia famiglia...".

Continua Ammendolea: "A livello di club la Denso ha ancora molto da fare. Abbiamo battuto il Fossano, sì, ma quanto sono avanti loro con la loro struttura e settore giovanile...? Posso dire però che i dirigenti e collaboratori della Denso ogni giorno ti fanno avere il meglio. Sono eccezionali, li ringrazio per quello che fanno".

Ragusa, Rivoli, Lottogiaveno, Cuneo, Bolzano, Sestrese, Borgaro, Cheraschese: quanti ricordi e qual è il gol più bello? "Una marea di ricordi, dalla Sicilia al ritorno in Piemonte, dalle partite al "Torta" di Giaveno a Bolzano e Sestri Levante...Tanti gol, tante battaglie con molti amici e compagni di squadra. I miei gol più belli sono Sara ed Eleonora, sul campo invece ricorderò questo 100esimo gol. Un gol tecnicamente brutto, ma speciale". Infine un commento sul 2-1 al Fossano: "Risultato giustissimo. Questa volta i tre punti vanno a noi meritatamente e speriamo di ripeterci col Chisola visto che ora ci siamo sbloccati".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore