/ Calcio

Che tempo fa

Rubriche

Cerca nel web

Calcio | martedì 05 dicembre 2017, 08:02

CAOS RINVII - Lettera alla Lnd del Vigone, fa eco il Pinasca: "Ottima scelta giocare il 13 dicembre, da noi -6 gradi... "

Girone misto, i club "periferici" alzano la voce...

Rabbia e sarcasmo nella lettera inviata dal Vigone alla Lnd (fanno eco tutti i club del pinerolese) per complimentarsi per "...l'ottima scelta di programmare i recuperi in notturna il 13 dicembre". Sì, perchè da quelle parti ci sono ancora neve e ghiaccio e soprattutto "...la sera siamo a -5/-6 gradi. Sono le condizioni per giocare a pallone nel dilettantismo queste?".

LA SITUAZIONE

Soltanto una partita giocata in Prima girone E, naturalmente a Torino, naturalmente sul sintetico. Ma, dicono da Vigone, non si può non tener conto della geografia di questo raggruppamento nel quale sono inseriti molti club "periferici".

E allora è stato giusto giocare soltanto una partita su 7 domenica scorsa per poi inserire le altre sei di mercoledì in notturna a dicembre, col rischio di andare al campo e magari non giocare nemmeno? O sarebbe stato meglio far slittare tutte le partite, in contemporanea, in primavera in condizioni metereologiche migliori?

LA LETTERA DEL VIGONE ALLA LND

In qualità del presidente del Vigone (Prima Categoria girone E) vi scrivo per complimentarmi per..."l'ottima" scelta di programmare i recuperi in notturna il 13 dicembre. Forse non ricordate che siamo in inverno e che in queste sere le temperature scendono dalle nostre parti ben oltre gli zero gradi, con campi gelati e conseguenti gravi rischi per i ragazzi.

Noi a Vigone al calar della sera stiamo scendendo a meno 5-6 gradi. Forse mettendoci un po' di buon senso sarebbe stato meglio programmare i recuperi ai primi di marzo dove i campi non sono a rischio gelate. Vi ricordo ancora che stiamo parlando di dilettanti. Poi per la scelta, come alternativa, dell'8 dicembre ci avete dato soltanto quattro giorni di preavviso e ci sono comunque tutti i campi del pinerolese sotto uno strato di neve ghiacciata. Non si può pensare che sparisca in 4 giorni. Domenica sera qui eravamo a -7 proprio alle ore 20. I nostri ragazzi sono lavoratori e studenti, non professionisti. Cordiali saluti - Nicoletta Garabello, Fc Vigone".

"NON HAI LE LUCI PER LA NOTTURNA? PAGHI TU PER GIOCARE ALTROVE"

E' il caso (storico) del Pinasca, che ogni anno deve tirare fuori soldi appena salta una partita interna per neve o, come avvenuto un anno fa, per un'alluvione che ha interessato tutta la zona. Non avendo l'illuminazione disponibile sul proprio campo l'unica alternativa è trovare altrove un sintetico. Sì, a pagamento...per la "gioia" della società della presidente Consolata Barbero, assolutamente in linea con la posizione del Vigone, del Villar Perosa e di tutte le altre società.

La Barbero: "Il solito film. Da queste parti bisogna testimoniare con tanto di foto da inviare alla Lnd che i campi sono gelati e innevati, quando è palese. Sembra che a Torino non sappiano cosa succede qui, ma non siamo in Siberia. Questa volta toccherà al Bricherasio, in casa del quale avremmo dovuto giocare, andarsi a pescare un campo a pagamento chissà dove per giocare in notturna. Qualcuno mi ha detto "cosa vi importa, non è toccato a voi..." ma non è così che si ragiona e qui in Valle dobbiamo fare gruppo tra squadre del vicinato.

Inoltre, comunque, l'anno scorso ci è successo tante volte di diventare matti per trovare dei campi dove giocare in notturna. Allora noi diciamo..se è per una o due partite ci sta anche bene e capiamo che prima si recuperano, meglio è, ma se dobbiamo giocare tutti di sera perchè viene disputata soltanto una partita su sette a Torino di domenica pomeriggio allora i conti non tornano più. Il nostro è un girone misto con squadre di città e di valle, non si può non tenerne conto. Andava dato il rinvio generale, come successo in Eccellenza, questo è il nostro pensiero.

Ci sono situazioni che non possono essere programmate e non si può pensare che non nevichi dalle nostre parti. Io non voglio neanche pensare quando andrà via tutta la neve che c'è...Se ogni partita ci verrà riprogrammata in notturna cosa spenderemo, 3000 euro per giocare altrove? I recuperi, per il buon senso e per la regolarità del girone, andavano piazzati in primavera, ancora meglio se tutti in contemporanea per evitare di assistere ad una gara su sette. Il bello è che qua finiamo di giocare ad aprile, c'è davvero tutto il tempo per allungare i campionati...".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore