/ Ciclismo

Che tempo fa

Cerca nel web

Ciclismo | venerdì 12 gennaio 2018, 14:00

Splendidi percorsi alla Gran Fondo Alpi Biellesi del 1 luglio

Due percorsi di fascino impareggiabile. 120 e 92 i chilometri da percorrere per 3000 e 2400 metri di dislivello. Due partenze separate per migliorare la sicurezza. Iscrizioni già aperte

Saranno due i percorsi che si potranno scegliere alla Gran Fondo Alpi Biellesi del prossimo 1 luglio.

Il percorso di mediofondo, di 92 chilometri, ricalcherà precisamente il percorso della precedente edizione.

Con partenza da Biella alle ore 9.00, si dirigerà verso la Valle Cervo per affrontare, dopo solo tre chilometri, l'ascesa a Pavignano, quindi a Pettinengo, il cosiddetto Balcone del Biellese. Da qui si scenderà fino a Vallemosso, per inserirsi nella vallata del torrente Strona, che si percorrerà per tutta la sua interezza. Fino a pochi anni fa questa vallata era sede delle floride aziende tessili del Biellese, di cui oggi ne sono sopravvissute solo alcune.

Giunti a Cossato, si passerà il torrente per risalire lungo l'altro versante dello spartiacque, portandosi, attraverso l'abitato di Strona, a Crocemosso, frazione di Vallemosso. Qui si incontrerà il primo ristoro completo. Si continuerà a salire in direzione Trivero, da cui si affronterà la Panoramica Zegna, che porterà alla quota di quasi 1500m slm di Bielmonte.

Dopo avere approfittato del secondo ristoro completo, si scenderà verso la frazione di Valmosca, dove ci si innesterà nella caratteristica Valle Cervo, scendendo fino ad Andorno Micca, quindi a Tollegno, dove si passerà al ristoro idrico.

Ancora poche centinaia di metri per entrare in Biella e affrontare la salita che condurrà ad Oropa, la Montagna Pantani, rivivendo le emozioni che il Pirata regalò nella famosa tappa del '99.

Il percorso di granfondo, lungo 120 chilometri, partirà invece alle 8.30, quindi mezz'ora prima, e dirigerà invece a Ovest, per affrontare un anello di una trentina di chilometri, prima di reinnestarsi sul percorso di mediofondo, che percorrerà nella sua interezza.

Dopo solo un paio di chilometri necessari per uscire dalla città, il gruppo affronterà i tornanti di località Barazzetto, dove i ciclisti troveranno ognuno la propria dimensione. Ridiscesi sulla strada che porta ad Ivrea si risalirà verso la Valle Elvo, passando i paesi di Occhieppo Superiore e Sordevolo, dove si transiterà dal centro storico.

Da qui si volgerà verso Pollone e, fiancheggiando il Parco della Burcina, si salirà a Favaro tramite il versante detto “Le Ramazze”. Giunti alla frazione ci si lancerà nella vallata del torrente Oropa, che si percorrerà per pochi chilometri prima di “rimbalzare” verso la salita che porta alla frazione Sant'Eurosia. Da qui seguirà una lunga discesa, che porterà all'abitato di Pralungo e quindi Tollegno, dove si incontrerà il ristoro. Poche centinaia di metri e il passaggio sul torrente Cervo, farà ricongiungere i granfondisti sul percorso di mediofondo, da percorrere totalmente.

Un continuo susseguirsi di vallate e di crinali dall'alta spettacolarità che permettono, nelle belle e terse giornate, di dominare tutta la Pianura Padana sino al Roero, il Monferrato e le Alpi Liguri e Marittime a Sud, mentre scorci sul Novarese, sul Milanese e il Varesotto sono visibili verso Est. A Ovest il dominio è delle Alpi Cozie e Graie.

Un percorso talmente caratteristico da essere utilizzato più volte dal Giro d'Italia per le tappe biellesi. Immancabile, ovviamente, la scalata ad Oropa in memoria del Pirata.

Le iscrizioni alla Gran Fondo Alpi Biellesi sono aperte sia con pagamenti online sulla piattaforma ENDU, sia con il modulo da compilare via computer e con pagamento tramite bonifico bancario. Tutti i dettagli sulla pagina delle iscrizioni. http://www.granfondoalpibiellesi.it/iscrizioni

Tutti i dettagli sul regolamento e sui percorsi sono disponibili sul sito della manifestazione. http://www.granfondoalpibiellesi.it

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore