/ Toro

Che tempo fa

Cerca nel web

Toro | sabato 13 gennaio 2018, 11:32

Mihajlovic, dopo l’esonero del Toro ecco il Tapiro di Striscia

A Valerio Staffelli l’ex tecnico granata dichiara: “L’ho detto anche a mia moglie: sto diventando una mezza s... Avrei voluto che fosse Cairo ad esonerarmi invece che essere chiamato da altri”

Immagine tratta dal sito di Striscia la Notizia

Immagine tratta dal sito di Striscia la Notizia

E’ passata più di una settimana dall’esonero, Sinisa Mihajlovic è tornato a Roma, ricongiungendosi con la sua bella moglie, ma la ferita brucia ancora. Anche se, nel momento in cui ieri ha ricevuto il Tapiro d’Oro da Striscia, l’ex allenatore del Toro ha provato a sorridere.

Valerio Staffelli era appostato vicino all’ingresso della casa e appena l’auto, guidata dalla signora Arianna, si è fermata, ecco che è scattata la consegna. Mihajlovic ha cercato di prenderla con ironia: “Comincio ad avere più Tapiri che trofei in bacheca… Cosa è successo? Prima di tutto vorrei ringraziare il presidente, perché mi ha dato la possibilità di allenare il Torino”. Poi, però, aggiunge: “ Mi dispiace, dal punto di vista umano, che non mi abbia chiamato direttamente lui per comunicarmi l’esonero (era stato Petrachi a farlo, ndr). Io sono sempre stato leale".

Poi l’ex tecnico del Toro ritorna sulla questione Var e la sua espulsione contro la Juve (“fa pensare male, fa tornare in mente idee brutte, ripensando a certe cose del passato”) e quando Staffelli gli fa notare che appena arrivato Mazzarri ha subito stravinto contro il Bologna, dice, provando a sdrammatizzare: "L’ho detto anche a mia moglie, sto diventando una mezza sega. Arriva un allenatore nuovo che in un giorno cambia 5-6 calciatori che con me non giocavano (in realtà la squadra era quasi la stessa, ma forse Mihajlovic non ha visto la partita, ndr), sistema di gioco e vince 3-0! Vuol dire che inizierò a fare pugilato, mi piacciono gli sport di contatto".

Prima di salutarlo, Staffelli ha provato a scherzare ancora: “Ma stia a casa con una moglie bella così”. Lui replica (“non è che con tutti questi complimenti a lei vuoi qualcosa…”) e poi dice: “Io non sono bello ma piaccio”. E la signora Arianna aggiunge: “Fare un altro figlio? Magari. Lo chiameremo Valerio”. Poi saluti e baci per tutti. Per una volta il Sinisa incazzoso ha lasciato il posto all’uomo che sta allo scherzo e ci sorride su. Aspettando la prossima panchina.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore