/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | martedì 13 febbraio 2018, 14:35

Nastasi dopo l'esonero dal Lucento: "Io ho la coscienza a posto..."

Il tecnico: "In Prima Categoria o in Eccellenza il mio modo di intendere il calcio non cambia. Qualcuno mi ha fatto capire che dovevo rivedere questo pensiero..."

"Sono arrabbiato e deluso, ma forse un po' me l'aspettavo questo esonero. Ultimamente in società mi avevano detto "alleni al Lucento, non in Prima Categoria..." e io ho risposto che il mio modo di vedere il calcio è identico da sempre, fin dall'inizio di 22 anni di carriera di giocatore fatta come si deve. Oggi sono sicuramente incavolato, ma devo anche ringraziare il Lucento per l'opportunità che mi ha dato e sarà così per sempre. Non mi aspettavo così poco tempo per giudicare terminato il mio lavoro".

Sei vittorie in sette partite, poi quattro sconfitte e un pareggio: salta la panchina in casa Lucento (Eccellenza A) di mister Davide Nastasi. Che aggiunge: "Forse si voleva la salvezza, tutta e subito. Abbiamo vinto sei partite su sette appena sono arrivato, mi sono portato a casa i complimenti di allenatori come Braghin della Biellese, Rizzo dell'Aygreville e Cretaz del Trino, e credo che il gruppo fosse assolutamente con me. L'esonero ci sta se le cose vanno male, ma questa scelta fatta adesso a poche giornate dalla fine della stagione non vorrei che destabilizzasse un gruppo che aveva trovato la quadra. La squadra ha corso a tutta per due mesi, era fisiologico calare un po'. Io ho la coscienza a posto, si chiude così la prima avventura in panchina in Eccellenza ma siccome tutto fa esperienza so che tra cinque anni in determinati ambienti non andrò neanche a parlare. Investimenti a dicembre? E' stato fatto quello che si poteva fare".

Nastasi in chiusura: "Auguro il meglio ai ragazzi, che hanno ancora gli scontri diretti con Pavarolo, ProSettimo e Piedimulera. Ci sono tutti i numeri per salvarsi e la classifica attuale è oro colato per come si era messa la stagione dopo 12 giornate".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore