/ Juve

Che tempo fa

Rubriche

Cerca nel web

Juve | martedì 13 febbraio 2018, 10:02

Juve, è di nuovo tempo di Champions League: stasera il primo round con il Tottenham

Alle 20.45 scattano gli ottavi di finale della Coppa dei Campioni, i bianconeri ricevono gli inglesi dello scatenato Harry Kane. Allegri lancia la sfida: "Non firmo per lo zero a zero".

Servirà un grande Giorgio Chiellini per fermare il temibile attacco degli Spurs.

Torino e la Juventus sono pronte a calarsi nuovamente nell'atmosfera della Champions League: questa sera infatti (ore 20.45 arbitro il tedesco Felix Brych) per la Vecchia Signora ritorna l'appuntamento con la coppa dalle grandi orecchie, inizia la fase ad eliminazione diretta e all'Allianz Stadium arriva il Tottenham di Mauricio Pochettino e dei vari Kane, Alli ed Eriksen. I bianconeri riprendono il loro cammino europeo forti del filotto di successi in campionato, ma anche facendo i conti con alcune assenze. La più pesante è sicuramente quella di Matuidi:

"Giocherà uno con caratteristiche diverse da Blaise, Sturaro è quello che gli si avvicina di più, ma mi hanno convinto anche Marchisio e Bentancur - ha spiegato il tecnico juventino Max Allegri nel corso della conferenza stampa della vigilia - altrimenti si cambierà modulo". Indisponibili anche Dybala e Lichtsteiner.

A proposito del match, Allegri si è espresso così: "Non firmo per lo zero a zero, semmai per non prendere gol - il pensiero del mister - loro sono bravi a giocare negli spazi e a ribaltare l'azione, inoltre sono fisici e tecnici. Abbiamo le stesse possibilità del Tottenham di passare il turno, ma dovremo fare due grandi partite: il passaggio ai quarti si deciderà al ritorno, sappiamo delle difficoltà che loro hanno in alcuni momenti della partita e dobbiamo approfittarne".

"C'è tanta adrenalina e tanto entusiasmo - ha proseguito l'allenatore livornese - siamo molto carichi, speriamo di fare qualche gol in più rispetto a quelli segnati nel girone. Abbiamo grande voglia di arrivare di nuovo in fondo alla Champions anche se sappiamo che sarà difficile: andare in finale è un traguardo straordinario, ci siamo riusciti due volte in tre anni, speriamo di farlo ancora e di vincere".

Della minaccia avversaria, soprattutto rappresentata dal temibile Harry Kane, ha parlato invece Giorgio Chiellini: "Chi dice che il Tottenham è una squadra abbordabile è superficiale - ha spiegato il numero 3 bianconero - Kane è un attaccante straordinario, le sue statistiche dell'ultimo anno lo dimostrano. É completo e gioca per la squadra, è vario, uno dei più forti del mondo: uno come lui è merce rara. Ha detto che sono entrato duro su di lui una volta? Non mi ricordo, può essere. Comunque è impossibile che sia io da solo a fermarlo, a me interessa solo che la Juve fermi il Tottenham".

"L'obiettivo primario è cercare di non prendere gol - ha chiosato infine Chiellini - ho la fortuna di giocare in un club speciale, io penso partita dopo partita: a ogni età ci si può migliorare, come insegna Buffon, e a me interessa continuare a vincere. Adesso inizia il bello in Champions e noi siamo pronti".

Il Tottenham giunge in Italia forte di un girone concluso davanti ai campioni d'Europa del Real Madrid e dopo aver appena vinto il derby contro gli storici rivali dell'Arsenal. Il morale della truppa inglese è alto e le ambizioni degli Spurs, certificate dalle parole del loro manager, sono molto chiare: "La cosa più importante è passare il turno, andiamo a Torino per segnare e vincere la partita - ha dichiarato Pochettino - penso che la Juventus sia un club straordinario, noi non possiamo metterci al suo livello perché nella storia di questo club ci sono tante coppe e scudetti. Noi siamo ancora giovani e stiamo costruendo un progetto ampio: è impossibile fare un confronto, ma il nostro sogno è raggiungere la Juventus e diventare competitivi come i nostri avversari. Domani vedremo se siamo al loro livello".

In conclusione, tutta la determinazione di Harry Kane: "Siamo molto eccitati e entusiasti di questo confronto - ha detto l'attaccante - sono convinto che sarà una partita fantastica".

 

PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Bentancur; Douglas Costa, Higuain, Mandzukic.

ALLENATORE: Massimiliano Allegri.

 

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Dier, Dembele; Eriksen, Alli, Son; Kane.

ALLENATORE: Mauricio Pochettino.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore