/ Calcio

Calcio | 18 febbraio 2018, 19:25

Calcio, Seconda F: Giaveno no-limits. Caos in Avigliana-Caprie 0-1. I locali: "Siamo schifati..."

Commento emblematico del portiere dell'Avigliana: "In campo battaglia vera, fuori una situazione assurda..."

Calcio, Seconda F: Giaveno no-limits. Caos in Avigliana-Caprie 0-1. I locali: "Siamo schifati..."

Seconda F: il GiavenoCoazze vola sempre più in alto, batte 2-1 il San Pietro Val Lemina e tocca quota 38 punti. Dietro a -2 resiste il Beinasco (1-2 a None) e la terza piazza è per il Caprie di Tommaso Cario, che sbanca 0-1 il campo di Avigliana. E qui si apre una parentesi.

Una partita maschia, piena di falli e colpi duri, ma comunque corretta, quella di Avigliana. I problemi (nonostante le tante conoscenze tra i club, vicini di casa) si creano fuori, sugli spalti, dove l'Avigliana punta il dito sulla tifoseria ospite. Gli insulti che sarebbero partiti fin dai primi minuti degenerano in una situazione tesa e delicata che rasenta la rissa. La compagna del giocatore Claudio Tresoldi (tra l'altro, incinta) e suo papà restano schiacciati alle recinzioni dopo scambi di vedute molto accesi tra i supporters locali, che rimproverano alcuni comportamenti agli ospiti, e del Caprie. Alla fine si contano i danni: 500 euro da pagare per l'Avigliana.

Un commento del portiere locale Avitabile: "Abbiamo perso ed è stata una  battaglia sul campo, direi corretta. Un derby sentito. Io però gioco a calcio da tanto tempo e in 26 anni non ho mai visto insultare dagli spalti con così tanta frequenza. Siamo in Seconda Categoria ragazzi...Per divertirsi devo davvero pensare che sia rimasti i tornei di calcio a cinque e a otto? Oggi sono schifato e, ripeto, nessuna schermaglia è avvenuta sul campo, nessuna situazione particolare ha portato a quel caos sugli spalti. E' fuori che c'era qualcosa che non andava...Tutti sono liberi di stare in silenzio o di urlare, ma questo non è calcio e mi viene da pensare che avrei fatto meglio a stare a casa con la mia famiglia al posto di partecipare a questo scempio. In più alcuni supporter del Caprie a fine partita si sono avvicinati a chi li ha rimproverati per i loro comportamenti e hanno fatto anche dei danni...".

Luca Viglietti, presidente dell'Avigliana conferma tutto: "Ho avuto la fortuna di giocare dalla D alla Terza Categoria. Ne ho viste tante, ma questa partita mi lascia un segno profondo che spero di cancellare presto. Oggi sono schifato e mi chiedo che senso ha fare tanti sacrifici per il calcio in Valle, come faccio dal 2011, dopo una domenica del genere. Tra Avigliana e Caprie ci si conosce quasi tutti, dovremmo chiudere il match mangiando quasi la pizza assieme...Invece è finita molto male con Tresoldi costretto ad arrampicarsi a bordo campo e a gridare per impedire che la sua compagna e suo papà rimanessero schiacciati alle recinizioni e spintonati. Noi quando andiamo in trasferta non ci siamo mai comportati così e l'unica volta che è successa una cosa simile, con un danno provocato dalla Juniores, ho pagato di tasca mia come presidente una multa comminata all'Olympic Collegno. Non so cosa dire, non so da cosa sia scaturito questo caos ma noi non abbiamo alcun risentimento contro il Caprie, che ha vinto la partita...Per me sarebbe finita lì, con un "bravi" e una stretta di mano. Sicuramente si è giocato poco e ci sono stati molti falli, ma sono scattate delle molle sbagliate che hanno portato l'ambiente a scaldarsi. Non è stato un bello spettacolo e adesso...sono pure costretto a fare un esposto alla Lega. Ancora una volta abbiamo 500 euro di danni da pagare tra spogliatoi e recinzioni. Stasera mi chiedo, questo è calcio? La responsabilità è di tutti, è doverosa una riflessione e spero che chi leggerà le mie parole si faccia un'esame di coscienza perchè non si può trasformare una partita di calcio in un pericolo per una ragazza, un papà e tanti altri. Io ho pensato a difendere i compagni e i tesserati, ma c'è chi naturalmente ha provato a difendersi da solo. Ricordiamocelo bene, il giorno dopo si va tutti a lavorare...".

Nei prossimi aggiornamenti parola agli addetti ai lavori del Caprie.

Altri risultati: pareggiano 1-1 Airaschese e Candiolo, torna alla vittoria esterna il Villarbasse (0-1 a Luserna) assieme al Borgaretto, che passa a Rosta.

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium