/ Ciclismo

Che tempo fa

Cerca nel web

Ciclismo | lunedì 12 marzo 2018, 13:28

L’ASD “Pedalando in Langa” esordisce col botto

Caresio e Bellato centrano il primo traguardo della stagione cuneese strada

L’ASD “Pedalando in Langa” esordisce col botto

Non se ne può più di questo tempo brutto e instabile. Quando andavamo a scuola, ci dicevano che il mese di marzo è “pazzerello” ma quello del 2018 sarebbe meglio che rinsavisse un po’. Adesso si è anche messo a fare bello (si fa per dire) durante la settimana e piove solo il sabato e la domenica, mettendo ancora più in crisi gli organizzatori di corse ciclistiche, che già dal lunedì iniziano la danza: annullo? Non annullo?

Noi, quando tutti gli altri hanno, giustamente, comunicato di avere annullato la loro manifestazione, abbiamo voluto dare retta alle previsioni che lasciavano qualche speranza (in realtà poche) di miglioramento e pur rispondendo al miliardo di telefonate, email, sms e whatsapp, abbiamo caricato la macchina e ci siamo recati sul posto di buon mattino, dove erano ancora necessarie alcune operazioni di ritocco al manto stradale, pesantemente rovinato dall’acqua e dal gelo.

A Villanova Solaro non piove e il bar Gaute la Nata è lì pronto a ricevere tutti i ciclisti che, come noi, hanno deciso di fregarsene del tempo incerto e venire a fare la prima corsa dell’anno. Mentre i corridori locali hanno perlopiù soprasseduto e rimandato ad altra data il loro debutto, i più coraggiosi sono stati gli atleti della Speed Wheel, Centro Edile Imperiese, Bassotoce, Polisportiva Besanese e Asnaghi (spero di non averne dimenticati altri) provenienti dalle province di Savona, Imperia, Verbania, Varese e Como, che si sono sobbarcati oltre 200 chilometri di trasferta pur di correre. In totale gli iscritti sono 83 e le tre partenze previste, per forza di cose si riducono a due, la prima fino a 49 anni e la seconda dai 50 in su.

Si parte alle 14,30 sul circuito pianeggiante di 23,2 km, da fare 3 volte, che tocca i comuni di Vilanova Solaro, Ruffia, Scarnafigi, Moretta e Murello. L’andatura è subito vivace in entrambe le corse. Nella prima, con 49 atleti fino a 49 anni, dopo alcune scaramucce, dove ognuno verifica, provando ad andare in fuga, le proprie condizioni di forma, nel corso dell’ultimo giro, evadono Davi, Caresio e Calabria. I tre forti atleti, ben protetti dai compagni di squadra, guadagnano presto terreno e si presentano allo sprint sulla dirittura d’arrivo, dove nessuno vuole partire per primo. Risolve tutto lo junior Davide Caresio, della nuova nata ASD Pedalando in Langa che, con uno scatto “bruciante” non lascia replica agli altri due. Secondo è Davi e terzo Calabria. La media è di 42,770 km/h.

A soli 10” arrivano Grimaldi, Sarnataro e Vitrani, mentre il gruppo inseguitore, regolato in volata da Picco su Testai, Cirino, Rinaldi e Fissore, è a 50”.

La seconda corsa, con, purtroppo soli 34 “coraggiosi”, dopo un avvio velocissimo che vede proiettato in avanti un altrettanto coraggioso Ragazzini, che non ha fatto i conti con l’ancora minimo stato di forma. Ragazzini percorre un intero giro in fuga per poi arrendersi al ritmo del gruppo inseguitore dal quale esce vincente, prima un settebello e poi il quartetto formato dal “neogentleman” Ferracin e dai comaschi Speroni, Bellato e Coralli. La volata che vale la vittoria è appannaggio di Davide Bellato che arriva davanti a Ferracin, Coralli e Speroni. A 10”, Bosticco precede di qualche metro Andreose e Limone mentre, a 4 minuti, con azione solitaria, l’sgB Fedrigo precede Foravalle, Piacenza, Alberici (1° sgA), Castello e Tilatti (2° sgA). Media del vincitore 41,180 km/h.

Il tempo è stato clemente e ancora adesso che le corse sono finite, non sembra voglia piovere. Questa volta la fortuna ha baciato gli audaci premiandoli con una corsa, d’esordio per molti, combattuta e senza alcun incidente.

Mentre i ciclisti si cambiano e rifocillano opportunamente, si espongono le classifiche e in breve tempo si dà corso alla premiazione per tutte le categorie. Gli applausi sono per tutti e l’arrivederci è per domenica 18 marzo a Virle per quella che sarebbe dovuta essere la terza prova del Criterium d’Inverno, ormai per forza di cose, abbandonato ai propositi del 2019. Si parte alle 14 e i chilometri (pianeggianti) sono 75. Organizza il Team Pancalieri.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/opqMOZuAi2pDpbq22                                                                                                                              

 

G.R.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore