/ Sport invernali

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport invernali | martedì 13 marzo 2018, 08:01

L'Italia del para ice hockey batte la Svezia e vola in semifinale

Indipendentemente dal piazzamento finale, gli azzurri torneranno da Pyeongchang con il loro miglior risultato ai Giochi, dopo il sesto posto di Sochi 2014, il settimo di Vancouver e l’ottavo di Torino 2006

L'Italia del para ice hockey batte la Svezia e vola in semifinale

La nazionale italiana di para ice hockey ha raggiunto il primo obiettivo delle sue Paralimpiadi. Oggi ha superato 2-0 la Svezia nella terza e ultima partita del girone A e con i tre punti ha conquistato aritmeticamente il secondo posto alle spalle del Canada, accedendo così alle semifinali che decideranno le prime quattro posizioni. Indipendentemente dal piazzamento finale, gli azzurri torneranno da Pyeongchang con il loro miglior risultato ai Giochi, dopo il sesto posto di Sochi 2014, il settimo di Vancouver e l’ottavo di Torino, storica edizione del debutto della nostra nazionale.

Ma è chiaro che i ragazzi guidati da Massimo Da Rin non si accontenteranno e proveranno a salire sul podio. Domani e mercoledì riposeranno e giovedì giocheranno la seconda delle due semifinali in programma, a partire dalle 12. Incontreranno con ogni probabilità gli Stati Uniti, favoriti per la vittoria del gruppo B nei confronti della Corea del Sud padrona di casa.
Per quanto riguarda il match odierno l’Italia ha tenuto in mano il gioco per tutta la partita, segnando “soltanto” due gol ma rischiando praticamente nulla e costringendo la Svezia a difesa della propria porta.

Dopo aver creato diverse occasioni gli azzurri sono passati in vantaggio allo scadere del primo tempo grazie a una rete di Sandro Kalegaris. Il copione non è cambiato nei due tempi successivi; l’Italia è stata padrona del campo, ha difeso senza affanni anche in inferiorità numerica e ha costruito conclusioni molto pericolosi. Il raddoppio è arrivato nel terzo periodo a cinque minuti dalla fine con un preciso tiro di Gianluigi Rosa; c’è stato ancora un po’ di tempo per qualche azione, ma la nazionale azzurra ha gestito il margine e al suono della sirena ha festeggiato il miglior risultato della sua storia.

Un risultato grandioso - ha sottolineato Andrea Chiarotti, capitano storico e attuale team leader della nazionale, in cabina di commento per Rai Sport -, un risultato nel quale speravamo e che ora abbiamo conquistato davvero. Giocheremo per una medaglia; Canada e Stati Uniti sono i favoriti per i primi due gradini del podio, proveremo a salirci anche noi”.

L’Italia è seconda nel girone A, dopo il successo per 3-2 all’esordio contro la Norvegia – una vittoria conquistata ai rigori e ovviamente decisiva – e dopo la sconfitta contro il Canada (10-0) subita ieri.

Tornerà protagonista giovedì, nell’arena di Gangneun che oggi si è colorata di azzurro.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore