/ Sport invernali

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport invernali | 16 marzo 2018, 10:01

I Radicali Italiani: "Possibile che sulle Olimpiadi del 2026 non ci sia un consigliere che depositi una proposta di referendum consultivo?"

"Chiediamo, in sostanza, che Chiara Appendino presenti entro il 31 marzo la manifestazione di interesse e che successivamente, entro giugno, si convochino i cittadini della Città - meglio ancora della Città metropolitana - per conoscere la loro opinione in merito”

I Radicali Italiani: "Possibile che sulle Olimpiadi del 2026 non ci sia un consigliere che depositi una proposta di referendum consultivo?"

"Prima di tutto noi diciamo di essere a favore della candidatura di Torino alle Olimpiadi". Lo hanno detto ieri, quasi all’unisono, Silvio Viale (Comitato nazionale di Radicali Italiani) e Igor Boni (Direzione nazionale di Radicali Italiani).

"Ma dato che è evidente nella maggioranza che guida la Città lo stallo tra chi è favorevole e chi contrario - hanno continuato i due - e che su temi rilevanti come questo chiedere l'opinione dei cittadini è quanto mai opportuno, come accaduto altrove in Europa, proponiamo al Consiglio comunale e/o al Consiglio metropolitano di approvare una delibera per indire un referendum consultivo sul ‘si’  o sul ‘no’ alla candidatura di Torino alle Olimpiadi invernali 2026".

"Chiediamo, in sostanza, che Chiara Appendino presenti entro il 31 marzo la manifestazione di interesse e che successivamente, entro giugno, si convochino i cittadini della Città - meglio ancora della Città metropolitana - per conoscere la loro opinione in merito. Da una parte, per i 5 stelle, si darebbe così un senso alla definizione ‘Portavoce dei cittadini’ invece che ‘Consigliere comunale’ e dall'altra, per le opposizioni a cominciare dal PD, si farebbe una iniziativa politica seria di coinvolgimento della cittadinanza in una scelta così difficile".

"Peraltro, dato che due settimane fa, dallo stesso PD è giunta l'evocazione del referendum, non comprendiamo perché non si sia proceduto subito al deposito della delibera consiliare per indirlo, dato che per statuto è questo l'unico modo per procedere al referendum consultivo".

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium