/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 20 marzo 2018, 09:33

Atletico Torino, depennato anche... Penna: "Presentato alla squadra venerdì, ma va bene così"

Eccellenza B: rebus ancora irrisolto sulla panchina della prima squadra

Atletico Torino, depennato anche... Penna: "Presentato alla squadra venerdì, ma va bene così"

Il campo è un Atletico Torino ancora vivo e minaccioso, capace con cinque giocatori del 2000 titolari di mettere in difficoltà il Saluzzo fino al 90', quando domenica scorsa è arrivato il 2-1 dei cuneesi. Ma fuori? Fuori dal campo è un caos vero.

Dopo gli esoneri e le gestioni di Piazzoli, Delvecchio, Goglia e Camposeo tutto sembrava procedere verso la conferma di Fabrizio Penna, allenatore che aveva già vinto i playoffs di Promozione nel 2012/2013. Ma qualcosa di strano è successo proprio a Saluzzo, dove invece che Penna è finito in panchina Malagrinò...

Abbiamo sentito proprio Penna: "Ma quale accordo, quale conferma...Non voglio avere nulla a che fare con l'Atletico Torino. Venerdì sono stato presentato alla squadra e mancava solo qualche dettaglio. Poi è successo di tutto e mi sono promesso di non scendere nei dettagli perchè io volevo solo allenare e non parlare male di una società. Dico solo che mi sembra di aver partecipato a qualche scena di un film di Fantozzi. Tutto strano, tutto paradossale...Dopo essere stato fermo per cinque anni, trovandomi spesso all'estero per lavoro, dico che se questo è il mondo del calcio preferisco star fermo per altri cinque. Non ci si comporta in questo modo. In più ho letto su un giornale che Camposeo ha fatto dichiarazioni pesanti dicendo che l'Atletico Torino ha cambiato tutti gli allenatori dalla prima squadra alle giovanili. Qualcuno dovrebbe farsi due domande...". Una panchina praticamente assegnata, stando a quanto riportano Penna e molti giocatori, e poi affidata a Malagrinò, che sta gestendo altre squadre giovanili.

Intanto in redazione riceviamo un messaggio di un giocatore, che riportiamo in forma anonima: "Il nostro compito è quello di scendere in campo e cercare la salvezza in Eccellenza ma onestamente non ci stiamo capendo più nulla. Mai come in questo momento la squadra ha bisogno di una guida e di un timoniere vista la situazione di classifica molto delicata. Invece ogni ora cambia qualcosa e non sappiamo più a chi fare riferimento".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium