/ Calcio

Calcio | 22 marzo 2018, 14:27

Marmo di Carrara: l'unica imbattuta in Piemonte (500 squadre)! Minniti e Del Boccio: "Che orgoglio..."

Zoom sul momento della capolista di Prima girone D, attesa dal turno di riposo e dalla pausa di Pasqua. Momento decisivo

Minniti (Carrara)

Minniti (Carrara)

"Nessuno all'inizio della stagione avrebbe mai pensato ad una cosa del genere...". Simone Minniti, esterno d'attacco del Carrara, commenta così l'incredibile record della capolista di Prima girone D. Sì, perchè il club di corso Appio Claudio a Torino è l'unica formazione imbattuta in Piemonte e Valle d'Aosta dalla serie D alla Terza Categoria, con un'unica eccezione per la Viguzzolese in Seconda Categoria: stiamo parlando di qualcosa come 500 squadre (20 di serie D, 36 di Eccellenza, 64 di Promozione, oltre 120 di Prima Categoria e via dicendo...).

Sono 13 le vittorie, 9 i pareggi e zero le sconfitte in 22 gare per il Carrara (+7 sul River, una gara in meno, +8 sul Caselle, due gare in meno), capolista che ora si fermerà per due settimane per il turno di riposo e per la pausa di Pasqua. Il punto della situazione con Minniti, bomber della squadra assieme a Lasaponara: "Personalmente sono molto felice di vivere quest'avventura...Gli stimoli sono davvero molto alti e importanti e c'è la concreta possibilità di un salto storico in Promozione per questa piccola grande società. L'anno scorso con 11 vittorie consecutive e il piazzamento playoffs avevamo alzato di molto l'asticella, ma quest'anno sta succedendo qualcosa di magico per tutti noi. Naturalmente vogliamo che questo sogno continui. Si respira aria di grande serenità nello spogliatoio e stiamo gestendo ottimamente la pressione che inevitabilmente si crea. C'è voglia di fare la storia".

Continua Minniti: "Tutti ora cercheranno di buttare giù la prima della classe, l'unica squadra imbattuta. E' questo il pericolo più grande, ovvero quello di ossessionarci pensando troppo al record e all'imbattibilità. Ciò sul quale noi invece siamo concentrati è vincere, fare punti sempre, tenere a bada le rivali e gestire sul piano nervoso partite complicate come quella di Chianocco, ribaltata da 1-0 a 1-3. Ecco, credo che l'ultima sia stata davvero la gara della maturità. Vincere lì, contro un avversario cattivo, competitivo e in vantaggio dopo pochi minuti, significa tantissimo per noi...". 

E ora? "Quando noi riposeremo si giocherà River Mosso-Caselle. Lì capiremo molte cose, ma resta il fatto che abbiamo in mano il nostro destino, nonostante siano stati persi anche punti pesanti come col Real Venaria ad inizio campionato o a Pianezza qualche settimana fa. Il gruppo del Carrara è cresciuto in termini di esperienza e qualità con tutti gli innesti di questa stagione. Sappiamo di poter tagliare per primi il traguardo. Adesso alleniamoci al massimo delle possibilità, per prima cosa..."

Sono davvero tantissime le scaramanzie che riguardano i giocatori del Carrara (e guai a svelarle adesso, faremo arrabbiare e molto qualcuno...) e coinvolgono anche lo stesso allenatore Alessio Ragazzoni, spesso molto diplomatico. Ci sta...Il coro è: "Non succede, ma se succede...". E il Carrara farà di tutto perchè dopo questo percorso fantastico (il più importante di sempre nella storia della società) arrivi il clamoroso salto di categoria. Farà di tutto perchè succeda.

Un commento lo abbiamo chiesto anche a Luca Del Boccio, portiere che ha giocato in Eccellenza e Promozione e che si è tuffato dopo una vita, per la prima volta, in Prima Categoria. Ora si ritrova tra i pali dell'unica squadra imbattuta in Piemonte: "E' un grande orgoglio...Se penso a quello che potrebbe essere il momento decisivo per l'assegnazione del titolo mi viene in mente la sfida tra tre settimane contro il River Mosso. In realtà penso che già la gara contro il Collegno Paradiso debba essere interpretata e giocata da noi come una finale. Loro hanno giovani bravi, sono spensierati e noi torneremo in campo dopo una pausa. Lì dovremo essere pronti, cattivi e spietati. Subito. Poi terrei d'occhio il Caselle, che potrebbe ritrovarsi a -2 da noi vincendo le due gare che ha in meno. In River-Caselle, ovviamente, speriamo tutti in un bel pareggio...Oltre alla gara di Collegno credo comunque che le trasferte con Caselette e Sporting Cenisia possano dire qualcosa di certo sul nostro finale di campionato. Forse sarà proprio su quei campi che si deciderà tutto. Intanto voglio ricordare che stiamo giocando senza pilastri come Mecca, D'Angelo, Boris e Barra e con giocatori fuori ruolo, adattati tatticamente rispetto alle emergenze da gestire. Fin qui, insomma, abbiamo già fatto qualcosa di clamoroso ma ora arriva il momento clou e possiamo lasciare un segno indelebile nella storia di questa società, perchè lo dicono i numeri di fine marzo, che non possono essere casuali. Quindi faremo di tutto per riuscirci..."

L'ULTIMO SHOW

BUSSOLENO CHIANOCCO-CARRARA 1-3

Bussoleno Chianocco: Lo Bianco, Moia, Cesareo, Gervasi, Assetta, Raimo, Gioielli (30' st De Rosa), D'Italia, Loi (32' st Konate), Tonda (25' st Borgobello), Degli Esposti (35' st Humbert). A disp.: Bellando, Irimia, Beltrame. All.: Calabrò.

Carrara: Del Boccio, Caporilli, Frisenna, Fini, Fronticelli, Bongiovanni (13' st Galizia), Cimmino (20' st Lasaponara), De Gioianni, Santi (46' st Papa), Bordino, Minniti (38' st Lobascio). A disp.: Vicentini, Di Benedetto, Lancianese. All.: Ragazzoni.

Reti: 5' Loi, 15' st Fronticelli, 24' st Santi, 30' st Lasaponara.

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium