/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | lunedì 23 aprile 2018, 09:28

Crocetta: la sconfitta con Ciriè arriva sulla sirena, ma... lascia il tempo che trova

Il risultato finale – 64 a 56 - non basta al Ciriè per salvarsi, né cambia il destino del playoff della Crocetta

Crocetta: la sconfitta con Ciriè arriva sulla sirena, ma... lascia il tempo che trova

Una sconfitta che non ne cambia di una virgola la classifica e la posizione finale quella che la Crocetta rimedia a fil di sirena a Ciriè. Riacciuffata per i capelli negli ultimi 4 minuti, in cui risalgono dal -12 al pareggio, la gara scivola di mano ai salesiani ad un secondo dalla fine quando Savoldelli è lesto a correggere un errore del compagno Berta.

Al cospetto di una squadra di casa motivatissima dal confronto a distanza con Il Canestro Alessandria per mantenere la categoria senza passare dai playout, i crocettini mettono in scena una prestazione discontinua: i 18 rimbalzi offensivi sono tanta roba, ma le rigiocate a segno sono poche e le percentuali al tiro – 6/26 da tre (3 triple a bersaglio nei minuti conclusivi), 14/36 due – alla fine hanno un peso negativo sul risultato.

Al canestro dello 0-2 di Conti i padroni di casa replicano con Fiore da fuori e Martoglio da dentro: 5-2. La tensione è subito palpabile e la gara è su alti livelli di agonismo, con i salesiani che fanno vedere di non essere intenzionati a fare regali: Conti e Gioria girano il punteggio dalla parte ospite con un paio di giocate delle loro: 9-12 al 6’.

Nei successi 4 minuti che portano alla prima mini-sosta si procede a vantaggi alternati: ad una tripla di Giusto, Vercellino, una spina nel fianco della difesa crocettina, replica ad una ventina di secondi dalla sirena con il gioco da 3 punti del 17-16.

Arese riporta in testa la Crocetta nelle battute iniziali del secondo periodo (18-19), poi i canavesani provano a portare l’inerzia dalla loro con Savoldelli: 23-18 al 13’.

Non ci riescono, un po’ per colpe proprie, un po’ perché la Crocetta, pur facendo fatica a buttarla dentro, arriva al pareggio con Bergese, Conti e un libero di Pozzato: 23-23 al 15’. Un paio di minuti sul filo, quindi un antisportivo consente al Ciriè di strappare ancora:  Varcellino realizza entrambi i liberi e sull’extrapossesso la centra da tre: il 32-27 del 17’ costringe Arioli a fermare tutto.
Al ritorno in campo Savoldelli allarga il buco dopo un rimbalzo offensivo: 34-27 al 18’. Gioria e Conti provano a turare la falla (34-31), la partita però la fanno i padroni di casa: Perino e Vercellino colpiscono per due volte da dentro e il vantaggio interno cresce ancora al +7 sul 38-31 a 42 secondi dalla sosta.
Tre di Berta nella prima tambureggiante azione della ripresa rimpolpano il margine a 8 lunghezze: 41-33. Per un paio di minuti entrambe le squadre faticano a finalizzare, la Crocetta continua a sprecare tiri aperti con ampio spazio, pure contro la zona, e Fiore la spedisce a -9: 43-34 al 24’.

Il +10 di Berta sembra indirizzare la gara una volta per tutte dalla parte dei padroni di casa. Anche perché nella successiva azione la Crocetta mette insieme un tiro da lontano sbagliato da Gioria e poi una persa da Arese dopo un rimbalzo offensivo.

Il Ciriè non ha il necessario cinismo per chiudere il conto e, dopo uno 0/2 dalla lunetta di Vercellino, i salesiani iniziano l’ennesima rimonta: la segna Gioria, Giusto le dà speranza con i 3 del 47-45 al 27’.

Nel breve volgere di pochi secondi Bergese passa dal paradiso di un stoppatona all’inferno di un tecnico, che però Berta non traduce.

L’ultimo quarto lo inaugura Vercellino con i due liberi del 50-45. Conti e poi Arese (3) tengono apertissima la contesa: 52-50 al 32’. Vercellino, Fiore, dopo un altro antisportivo fischiato agli ospiti, e Martoglio concretizzano in un solo minuto tutta la determinazione dei biancoblu locali: 58-50 al 33’.

La Crocetta perde il filo del discorso e sprofonda a -12: il 10-0 è chiuso da Berta a cronometro fermo.
Sembra finita, il capitano crocettino Ceccarelli non è però della stessa opinione: segna, sfrutta un antisportivo e poi realizza ancora da tre: 64-56.

Il Ciriè gestisce per un paio di minuti, ma nel finale va in tilt: Gioria e Conti riavvicinano gli ospiti: 66-61. il centro canavesano Perino perde palla e sul ribaltamento Ceccarelli colpisce da lontano su assistenza di Gioria: 66-64 a 1 e 16 dal termine.

Volata convulsa: sono ben 3 le conclusioni fallite dai locali, alla fine il rimbalzo è di Gioria che subisce fallo e impatta con due liberi a 16 secondi dalla sirena.

Il coach di casa Cibrario chiama time-out per organizzare l’ultima azione: palla a Berta che la tiene fino in fondo, l’arresto-e-tiro è in precario equilibrio, sull’errore arriva un tiro veloce contro la tabella di Savoldelli che s’insacca proprio sulla sirena.

Non basta al Ciriè per salvarsi, non cambia il destino del playoff della Crocetta.

PALLACANESTRO CIRIÈ-DON BOSCO CROCETTA 68-66

Parziali: 17-16, 38-33, 47-45

CIRIÈ: Savoldelli 6, Berta 15, Fiore 9, Lentini 2, Perino 4, Marchis, Vercellino 26, Martoglio 6, Colombano n.e., Cresto n.e., Anglesio n.e., Bianco n.e. All. Cibrario.

CROCETTA: Pozzetti 5, Arese 5, Gioria 16, Bergese 4, Ceccarelli 11, Andreutti, Paschetta, Conti 20, Pozzato 1, Giusto 9, Carpentieri n.e., Bonadio n.e. All. Arioli

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore