/ Sommario

Che tempo fa

Cerca nel web

Sommario | giovedì 17 maggio 2018, 12:00

Lo sport invade le strade di Torino per riprendersi i suoi spazi

Al via il 19 maggio in Piazza San Carlo un calendario di appuntamenti per discipline "metropolitane" nuove e antiche per far provare ai cittadini attività insolite, in centro ma anche nelle periferie

Lo sport invade le strade di Torino per riprendersi i suoi spazi

Lo sport si riprende i suoi spazi. E dopo i successi degli anni passati, le discipline di strada hanno deciso di conquistare piazze e vie di Torino organizzando un calendario di eventi che - dal 19 maggio e fino al prossimo ottobre - sia diffuso sul territorio e distribuito nel tempo.

Tutto questo è "On the road 2018", manifestazione che si evolve dal "Torino street style" delle edizioni precedenti (dal 2010 in poi) e che propone al pubblico i cosiddetti sport metropolitani: insoliti, originali ed emergenti. Dal "tradizionale" skateboard ai pattini in linea, fino al frisbee, il parkour, lo street boulder, il longboard e la ruota di Rhon (una sorta di sbarre parallele che però sono piegate a creare un cerchio all'interno del quale si muove l'atleta).

"Siamo all'anno zero di questo tipo di progetto, ma l'obiettivo è quello di costruire un sistema all'interno del quale convogliare tutte le possibilità di fare sport, trovando spazi in tutta la città", commenta Marco Giusta, assessore comunale alle Politiche Giovanili.

Il debutto è fissato per sabato 19 maggio, a Piazza d'armi, quindi il 23 giugno alle Vallette. A settembre toccherà a piazza Castello (nel solco dell'antico Torino street style), quindi il Giardino Calcutta della circoscrizione 7 e la chiusura ai Giardini San Paolo, dunque non solo centro storico, ma anche periferie oggetto di attività di riqualificazione e recupero. Ogni associazione parteciperà ad almeno due tappe del calendario, dunque le proposte varieranno anche al variare della data e della cornice.

"Vogliamo avvicinare i giovani ad altri tipi di sport - conclude Giusta - dando forza e visibilità alle associazioni attive sul territorio. Come amministrazione vogliamo anche analizzare e capire le eventuali difficoltà che possono esistere in questi sport e cercare rimedi".

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore