/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 13 giugno 2018, 14:30

IPOTESI PROMOZIONE 2018/2019 - Riecco il Lascaris! Quanti ripescaggi in Eccellenza?

Crisi del calcio torinese, rappresentato da soli 7 club nella prossima Eccellenza

Quante squadre comporranno l'Eccellenza 2018/2019? E' una delle grandi domande attuali del calcio piemontese, visto che non è certo che si riusciranno a comporre i due storici gironi da 18 club tra la sparizione della Denso e la non-iscrizione di alcuni club.

Oggi abbiamo chiamato la sede della Lnd a Torino. Nulla di ufficiale è filtrato ma la grande novità è che si sta parlando dell'ipotesi dei due gironi a 16 squadre: questo comporterebbe, quasi certamente, il solo ripescaggio della Santostafenese in Eccellenza.

SETTE SQUADRE TORINESI SU 32 CLUB: LA CRISI DEL CALCIO TORINESE

IPOTESI ECCELLENZA A (4 torinesi): Accademia Borgomanero, Alicese, Arona, Aygreville, Baveno, BorgoVercelli, La Biellese, La Pianese, Lg Trino, Lucento, Orizzonti United, Pont Donnaz, ProSettimo Eureka, RomentineseCerano, Vanchiglia, Verbania.

IPOTESI ECCELLENZA B (3 torinesi): Albese, Alfieri Asti, Benarzole, Union Bussoleno Bruzolo, Derthona Calcio, Castellazzo, Cheraschese, Chisola, Corneliano Roero, Fossano, Moretta, Olmo, Pinerolo, Saluzzo, Santostefanese, Savio Rocchetta.

Nel caso di due gironi da 18 squadre dovrebbero tenersi pronte sicuramente in ottica-ripescaggio Charvensod, Pancalieri Castagnole e almeno altri due club, ma ricordiamo come già nell'estate 2017 fu molto difficile arrivare a chiudere il cerchio dell'Eccellenza con l'iscrizione (un po' forzata) del Piedimulera e come la Lnd voglia evitare situazioni simili ai campionati di Acqui e Novese due anni fa (due abbandoni).

Se i due gironi da 16 fossero invece riconfermati ecco quale potrebbe essere lo scenario in Promozione 2018/2019: le nostre ipotesi.

IPOTESI PROMOZIONE 2018/2019

GIRONE B: si dovrebbe ripartire dalle "cugine" Alpignano e Rivoli, da squadre vicine geograficamente come Settimo, Volpiano, Bollengo, San Mauro, Esperanza, Quincitava, Gassino, Chivasso, Rivarolese, Ivrea Banchette, Bollengo, Nolese e San Maurizio Canavese, dalle valdostane Saint Vincent Chatillon e Charvensod. Ed è proprio quest'ultimo club a rappresentare l'unico dubbio, in quanto terzo classificato nella graduatoria playoffs e ancora in ballo per eventuali ripescaggi. Il Lascaris, fresca novità pianezzese di ieri sera dopo l'ufficialità della fusione col Pavarolo (Telesca allenatore, Azzolina ds, denominazione identica perchè il Lascaris ha la matricola più anziana rispetto a quella del Pavarolo) potrebbe essere inserito qui o nel girone D.

GIRONE C: in passato il Bsr Grugliasco, squadra torinese, è stato inserito qui e potrebbe ricapitare sempre che non continui a far parte del girone D. Per il resto sono quasi certe le presenze del gruppone cuneese: Revello, Carmagnola, Busca, Centallo, Infernotto, Montatese, Sommariva, Pedona, Infernotto oltre a Trofarello, al Carmagnola, molto vicino alle cuneesi, al trio Pancalieri-Cavour-Villafranca con l'inserimento del Garino e forse della Pro Villafranca, che però essendo un'astigiana potrebbe finire nel girone D con le alessandrine.

GIRONE D: altro gruppo per la maggior parte torinese, ma tra le novità c'è la mancata iscrizione dell'Asca e il possibile inserimento qui del Lascaris. Si vedrà. Qui quasi certamente a meno di colpi di scena ritroveremo Atletico Torino, Cbs, Mirafiori, Cenisia, Cit Turin, Rapid Torino e San Giacomo Chieri assieme alle neopromosse River Mosso, Carrara, Santa Rita, all'astigiana Canelli, alle alessandrine Hsl Derthona, Arquatese e Valenzana Mado.

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore