/ Atletica

Che tempo fa

Cerca nel web

Atletica | martedì 10 luglio 2018, 12:01

Gyor: gli Europei si chiudono con Favro argento e Menchini oro

Davide Favro atterra a 7,29 (ventoso) nel lungo mentre Rebecca Menchini con la staffetta mista sale sul gradino più alto del podio stabilendo il nuovo record italiano

La staffetta mista femminile campione d'Europa con Rebecca Menchini

I campionati europei allievi di Gyor si chiudono per il Piemonte come meglio non si poteva immaginare. Due le medaglie conquistate dagli azzurrini piemontesi nella giornata conclusiva: Davide Favro (Atl. Canavesana) è medaglia d’argento nel salto in lungo con 7,29 ventoso (+4.1) mentre Rebecca Menchini (Atl. Stronese) è oro con la staffetta mista (100+200+300+400) in 2:07.46, record italiano.

Un bronzo nel 2017, un argento nel 2018 e poi chissà. Davide Favro, il vercellese di Santhià che si allena a Chivasso con Marco Airale insieme all'altra azzurrina Veronica Crida, sfrutta la folata giusta per planare a 7,29. La brezza abbondante di 4.1 alle spalle dà una mano al saltatore in forza all'Atletica Canavesana e contribuisce a spingerlo fino al secondo posto, dietro al tedesco Schmahl che pizzica un 7,60 anch'esso ventoso (+2.7). Favro, con il salto giusto al terzo turno, nonostante un crampo avvertito nella rincorsa, riesce a lasciare sulla sabbia una misura che non può superare il francese Mucret con il suo 7,22 (+2.1).

Eppure la gara non era iniziata benissimo per il piemontese: primo salto a 6,80, nullo il secondo.

Dopo i primi due salti avevo paura di aver buttato via la gara – confessa un felicissimo Favro – le rincorse erano sballate per colpa del vento. Poi sono partito per la rincorsa del terzo salto e ho avvertito un crampo, invece poi è arrivato il 7,29! Che dire, è la mia pedana, mi porta bene!

Si chiude con le staffette, con Rebecca Menchini (Atl. Stronese) a lanciare le azzurrine in prima frazione. Subito al comando le frecce azzurre con la biellese e Noemi Cavalleri, poi Alessia Cappabianca allunga e Chiara Gherardi ha la meglio nel duello conclusivo con la Repubblica Ceca. Migliorato il primato italiano di 2:08.99 che due anni fa valse il bronzo a Tbilisi nella prima edizione dei campionati europei.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore