/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | mercoledì 08 agosto 2018, 17:00

Grugliasco, sviluppare le capacità motorie del bambino grazie al rugby

Alberto Carbone: “Il corso punta a coinvolgere attivamente i bambini per migliorare la loro condizione psicofisica e per trasmettere i valori che appartengono allo sport in generale e non solo al rugby”

Da settembre, per la prima volta a Grugliasco, i più piccoli potranno partecipare al progetto di motricità infantile “Rugbytots” nelle scuole che aderiranno: l’esperienza, portata avanti da Rugbytots Torino2, è già attiva in diversi asili nido e scuole materne italiane e mira a rendere divertente lo sviluppo del bambino grazie ad un ambiente energico e stimolante, offrendogli l’opportunità di sviluppare le sue capacità motorie di base attraverso strutturate e dinamiche sessioni di gioco col pallone ovale.

Ogni classe può aderire ad uno o più cicli di 10/12 lezioni fino ad un massimo di 36/40 lezioni all’anno. La cadenza è settimanale mentre la durata di ogni singola lezione è di 30 minuti per la fascia d’età compresa tra 2 e 3 anni e mezzo mentre è di 45 minuti per quella compresa fra 3 e 5 anni. I responsabili di questo progetto sono Salvatore Fusco, Eleonora Zini e Alberto Carbone.

Il corso – spiega Carbone – punta a coinvolgere attivamente i bambini per migliorare la loro condizione psicofisica e per trasmettere i valori che appartengono allo sport in generale e non solo al rugby, vale a dire il rispetto, la solidarietà, la disciplina ed il lavoro di squadra: tutti indispensabili sia nelle attività didattiche che nelle relazioni in genere. Le sessioni di gioco li accompagnano in un viaggio d’immaginazione sportiva affiancati da coach che li sostengono ad ogni passo insegnando loro come prendere, passare, calciare, correre col pallone e giocare come parte di una squadra. Lo facciamo proponendo un programma specificamente progettato per ciascuna età in un clima in grado di coinvolgere anche i genitori”.

I bambini si divertono così tanto da non accorgersi di ricevere l’introduzione più naturale possibile ai fondamentali del rugby e se anche non continueranno a praticare questo sport la confidenza acquisita col proprio corpo tornerà loro utile in ogni occasione.

Per accedere ad ulteriori informazioni è possibile telefonare al 338.9426552, scrivere una mail all’indirizzo torino2@rugbytots.it oppure visitare il sito www.rugbytots.it.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore