/ Juve

Che tempo fa

Cerca nel web

Juve | venerdì 10 agosto 2018, 15:47

Juve, Bonucci riabbraccia la Signora: "Ogni viaggio ha un ritorno a casa"

Presentato ufficialmente il difensore nuovamente bianconero dopo l'esperienza al Milan: "Contento ed entusiasta di essere tornato".

Juve, Bonucci riabbraccia la Signora: "Ogni viaggio ha un ritorno a casa"

"Sono contento ed entusiasta di essere tornato: ogni viaggio ha un ritorno a casa. Ringrazio la Juventus, l'allenatore, il mio agente e il Milan che mi hanno permesso di essere qui oggi per iniziare questo nuovo percorso con tanta voglia di migliorare". Con queste parole, Leonardo Bonucci ha aperto la conferenza stampa di presentazione della sua seconda vita alla Juventus. Dopo l'addio tumultuoso dell'estate scorsa e una stagione da capitano del Milan, il difensore classe '87 ritrova così la maglia numero 19 bianconera.

Il primo argomento trattato con i giornalisti? Il rapporto con mister Massimiliano Allegri: "Ci siamo visti più di una volta, sia in campo sia fuori - ha spiegato Bonucci - il nostro rapporto è ottimo, ci siamo stretti sempre la mano e salutati: sono discussioni, quelle che sono successe, che fanno parte delle annate calcistiche".

Se con l'allenatore tutto sembra essersi aggiustato, resta da riconquistare i tifosi che non hanno dimenticato quanto accaduto appena una stagione fa: "La mia situazione emotiva dello scorso anno mi ha portato a prendere quella decisione perché non mi sentivo a mio agio - le parole del giocatore a tal proposito - sapevo che con quelle emozioni che provavo non sarei stato me stesso, quindi ho preferito cambiare. Capisco i fischi: quando saranno quelli degli avversari mi caricheranno, quando saranno quelli dei miei tifosi starà a me trasformarli in applausi. Scuse? Risponderò sul campo, sono un professionista".

Nel frattempo c'è chi ricorda l'esultanza dopo il gol segnato alla Juve proprio allo Stadium: "Sono un difensore, mi capita poche volte di fare gol e in quel momento mi è venuto di esultare - la risposta del numero 19 - quando vedevo giocatori che non esultavano contro le loro ex squadre li criticavo: se sei un professionista devi rispettare la maglia che indossi".

A differenza del passato, la grande novità trovata da Bonucci alla Juve sarà la presenza in squadra di Cristiano Ronaldo: "Se mai dovessimo incontrare il Real, non partiremmo già 1-0 per loro - ha scherzato Bonucci riferendosi al campione portoghese - allenarsi con lui è uno stimolo per tutti: è uno che non tralascia nulla ed è sempre concentrato, ci permette di alzare il livello di una Juve che ha una rosa competitiva".

Un pensiero poi sull'esperienza vissuta a Milano: "Al Milan ho avuto la fortuna di stare a contatto con Gattuso, grandissima persona. Torno qui con un bagaglio importante di esperienze a livello umano: sono cresciuto e ho stretto ancora di più il rapporto con la mia famiglia che è rimasta qui a Torino".

In conclusione, spazio agli obiettivi stagionali: "Se l'obiettivo della stagione è tornare in finale di Champions? Sì - la risposta secca del capitano della Nazionale italiana - l'obiettivo è essere competitivi in ogni partita, giocarsi la Champions, lo scudetto e la Coppa Italia. Quando vesti la maglia della Juventus, gli obiettivi sono chiari dall'inizio".

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore