/ Tennis

Tennis | 23 agosto 2018, 09:03

Nel 15.000 $ ITF maschile al Country Cuneo, “quarti” per Basso, Bonadio, Galoppini, Trusendi, Giacomini e l’argentino Etcheverry

Oggi i quarti di finale del singolare e le semifinali del doppio

Walter Trusendi

Walter Trusendi

Entra sempre più nel vivo il 15.000 $ ITF maschile al Country che ieri ha messo in campo gli ottavi di finale del tabellone di singolare e l’ultimo quarto di finale del draw di doppio.
La partenza del programma, alle ore 12 su tre campi, ha proposto il derby azzurro tra Marco Bortolotti, testa di serie numero 3, ed il toscano Walter Trusendi, già numero 299 Atp nell’ormai lontano 2011 e oggi sceso oltre l’800esima piazza mondiale ma sempre in grado di fare la differenza sotto il profilo tecnico quando incontra la giornata sì. E’ stato il caso di ieri, con trame esaltate dal rovescio di ottima fattura di cui dispone e dalle accelerazioni vincenti di diritto, armi con le quali ha piegato l’emiliano con lo score di 6-3 6-4.

Contemporaneamente Davide Galoppini, numero 4 della lista d’avvio, ha battuto in rimonta il qualificato francese Ryane Stable salendo nei quarti di finale con lo score di 3-6 6-2 6-0. Sul campo 7, invece, il torinese Davide Vavassori è partito di slancio contro l’argentino Etcheverry e grazie al tennis spumeggiante di cui dispone si è aggiudicato il primo set con un perentorio 6-1, sorprendendo il rivale con frequenti ed efficaci discese a rete. Nel secondo set il sudamericano ha registrato maggiormente la sua difesa e utilizzato l’arma della regolarità per uscire dalla trincea. L’aver costretto il 23enne piemontese a giocare più colpi nello scambio ha fatto la differenza e gli ha permesso di pareggiare i conti conquistando il tie-break. Vavassori  ha patito il cambio tattico del match e dopo un tentativo di resistenza all’inizio del terzo set è crollato nei successivi game fino al definitivo 1-6 7-6 6-0 per Etcheverry dopo 2 ore e 28 minuti di gioco.

Ne sono occorsi ancora di più a Luca Giacomini per domare la resistenza del francese Paul Cayre. Impresa riuscita all’azzurro sul punteggio di 6-4 4-6 7-6 dopo 2 ore e 51 minuti. In rimonta ha vinto anche la prima testa di serie della rassegna cuneese, Andrea Basso, che dopo aver subito il tennis dell’altoatesino Weis nella prima parte di incontro, si è ripreso ed è volato al turno successivo (3-6 6-4 6-1). Ha avuto bisogno invece solo di due set il friulano Riccardo Bonadio, numero 5 del tabellone, per eliminare il ligure Alessandro Ceppellini (6-4 6-3).

Ancora da designare gli ultimi due giocatori promossi nei quarti.

Usciranno dai testa a testa tra Ocleppo e Bertola (Svi), Sinner e Petrone.

Oggi i quarti di finale del singolare e le semifinali del doppio.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium