/ Ciclismo

Che tempo fa

Cerca nel web

Ciclismo | lunedì 10 settembre 2018, 17:00

Fra un mese esatto si correrà la Milano-Torino

Con partenza da San Giuliano Milanese ed arrivo a Superga, è la più antica gara del mondo, considerato che la prima edizione si corse nel 1876

Rigoberto Uran, vincitore della Milano-Torino del 2017

Rigoberto Uran, vincitore della Milano-Torino del 2017

Fra un mese esatto, per la precisione il 10 ottobre prossimo, si correrà la Milano-Torino, uno dei più attesi appuntamenti del panorama ciclistico italiano. La “classica d’autunno” è anche la più antica del mondo, considerato che la prima edizione si corse nel 1876.

La partenza verrà data da San Giuliano Milanese (Sesto Ulteriano) per poi attraversare su strade pianeggianti la pianura Padana con una lunga progressione attraverso le piane di Vigevano e la Lomellina fino alle porte di Casale Monferrato dove il profilo altimetrico della corsa comincia a muoversi con i dolci saliscendi che portano al circuito finale.

Dopo San Mauro Torinese si costeggia il Po in Corso Casale per salire alla basilica di Superga una prima volta (si devia 600 metri prima dell’arrivo) per poi scendere su Rivodora con una discesa impegnativa che riporta a San Mauro e quindi risalire fino all’arrivo con pendenze anche oltre il 10%. Rifornimento fisso a Pozzo Sant’Evasio poco dopo Casale Monferrato (km 91-94)

Gli ultimi 5 km (che si ripetono due volte salvo i 600 metri finali) che da Torino in Corso Casale, dove inizia la salita, portano alla Basilica di Superga. La pendenza media è 9.1% con una punta attorno a metà salita del 14% e lunghi tratti al 10%. A 600 m dall’arrivo svolta a U verso sinistra per affrontare la rampa finale all’8.2% e quindi ultima curva a 50 metri dall’arrivo su asfalto.

La circolazione subirà gli ovvi disagi del caso.

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore