/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | martedì 11 settembre 2018, 17:03

Grugliasco, il Toro day celebrato ancora una volta nell’arena esterna alle Gru

Presentate la scuola calcio, il settore giovanile e la Primavera per celebrare la grande passione con cui la società segue e cura il talento dei propri giocatori. Montà: "Si conferma un legame forte con il nostro territorio"

Grugliasco, il Toro day celebrato ancora una volta nell’arena esterna alle Gru

Nell’arena esterna delle Gru di Grugliasco è andato in scena il Toro day: Ilenia Arnolfo, giornalista di Torino Channel, e Stefano Venneri, speaker ufficiale della squadra, hanno presentato la scuola calcio, il settore giovanile e la Primavera. E’ il quarto anno consecutivo che questo luogo viene scelto per celebrare la grande passione con cui la società segue e cura il talento dei propri giocatori, da quando tirano i primi calci al pallone all’ingresso in prima squadra. L’arena, che d’estate ospita il festival musicale Gru Village, si è colorata di granata per accogliere tifosi, appassionati e giovani giocatori per una giornata all’insegna dei migliori valori del calcio e dello sport in generale.

“La filosofia non cambia – ha detto il responsabile del settore dedicato alla formazione sportiva dei più giovani Silvano Benedetti – e rimane quella di aiutare i bambini ad imparare e a crescere divertendosi. Non solo allenamenti e partite, ma anche incontri con personaggi che hanno fatto la storia del Toro, visione di filmati e visite ai luoghi storici legati alla società, tornei e giochi, con la partecipazione di squadre provenienti da tutto il nord Italia, allenamenti alla presenza di staff di società straniere per conoscere e sperimentare il calcio di Paesi diversi”.

Massimo Bava, responsabile del settore giovanile, ha parlato del vivaio granata: dalla sezione dedicata ai ‘Piccoli amici’ rivolta ai giocatori dai 5 agli 8 anni, alla vera e propria scuola calcio per la fascia d’età compresa tra gli 8 i 12 anni. “Senza la collaborazione con la prima squadra – ha spiegato Bava – non sarebbe possibile fare tutto ciò, dai pulcini alla serie A il Toro è un’unica grande famiglia. Lavoro in questa società da 20 anni, cominciai con i giocatori dell’eccellenza e ho attraversato tutte le categorie. Grazie all’insegnamento dei miei genitori seguo il cuore da sempre e mai i soldi”.

“Il legame tra la squadra e il nostro territorio – ha aggiunto il sindaco di Grugliasco Roberto Montà – è consolidato da tempo, siamo onorati di ospitare il museo del Toro e la giornata di oggi è anche figlia della sinergia con le Gru”. L’incontro coi giovani della Primavera ha infine chiuso il Toro day, accompagnati da Erick Ferigra che dal vivaio è approdato in prima squadra e da Emiliano Moretti, vicecapitano riconosciuto da tutti i tifosi granata come autentico simbolo del Torino.

Massimo Bondì - 24Ovest

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore