/ Juve

Che tempo fa

Cerca nel web

Juve | giovedì 13 settembre 2018, 07:00

Barbara Bonansea tiene in vita le speranze Champions della Juventus Women

Le bianconere fermate sul 2 a 2 a Novara dalle danesi del Brondby, che per quasi 20 minuti hanno addirittura condotto la gara, confermando la loro buona levatura europea

Barbara Bonansea

Passare il turno in terra danese sarà estremamente difficile: servirà un pareggio per 3 a 3 oppure addirittura una vittoria. Ma se  la Juventus Women ci riuscirà dovrà dire un “grazie” grande così ad una Barbara Bonansea in stile CR7, autrice ieri sera allo stadio Silvio Piola di Novara della doppietta che ancora tiene debolmente in vita l’accesso delle bianconere agli ottavi di finale di Champions League.

Si è infatti concluso 2 a 2 l’esordio storico in Champions League della Juventus Women contro le danesi del Brondby, società calcistica fondata nel 1980 tra le più vincenti del calcio femminile danese che - oltre agli undici titoli nazionali e alle undici Coppe di Danimarca – nella sua storia sportiva, ha ottenuto buoni risultati a livello europeo, arrivando a disputare le semifinali del torneo continentale nelle stagioni 2003-2004, 2006-2007 e 2014-2015.

Le ragazze di Rita Guarino passano in chiusura di primo tempo grazie alla Bonansea che mette a segno il gol del momentaneo vantaggio bianconero. Le danesi agguantano il pareggio al 60', e al 71' firmano addirittura il sorpasso. Bonansea però, come detto, è in gran spolvero ed a 6 minuti dal termine riagguanta il pareggio con la sua storica primo doppietta nel massimo torneo continentale.

Ora la Juventus Women si giocherà il passaggio del nel ritorno del 26 settembre, nel profondo nord Europa,  Brondby, città della periferia occidentale della capitale Copenaghen, che milita nell'Elitedivisionen, la massima serie del campionato di Danimarca, dove un pareggio potrebbe anche non essere sufficiente.

Debutto in Champions League anche per la Fiorentina Women, che nel tardo pomeriggio ha superato le danesi del Fortuna Hjorring grazie ad una doppietta di Ilaria Mauro, ipotecando così il passaggio agli ottavi.

Juventus (4-4-2): Giuliani; Hyyrynen, Gama, Salvai, Boattin; Cernoia (87' Caruso), Ekroth, Galli, Sikora (61' Aluko); Girelli, Bonansea. A disp. Russo, Panzeri, Caruso, Sanderson, Aluko, Glionna, Puglisi. All. Guarino
Brondby (4-2-3-1): Abel; Henriksen, Karlsen, Sevecke, Svava; Winter, Tavlo; Ahtinen (70' Oling), Christiansen (90' Pleidrup), Gejl (79' Lindhart); Sorensen. A disp. Larsen, Oling, Lindhardt, Tingleff, Lindqvist, Barut, Pleidrup. All. Nielsen.
Arbitro: Pustovoitova (Russia)
Note: ammonite Petersson (B), Aluko (J)

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore