/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | venerdì 14 settembre 2018, 08:00

PRIMO GOL IN ECCELLENZA - Il 2000 Federico Chiappino (Chisola): "Il presidente Atzori ha creduto in me"

Alla scoperta di un nuovo puntero: "Ci sottovalutano? Meglio così...Alessi? Che leader. Bellino? E' fuori categoria"

Federico Chiappino

BENARZOLE-CHISOLA 0-2 - Eccellenza B

Reti: 12' Bellino, 30' st Chiappino

Il primo gol coi grandi non si scorda mai. E' successo a Federico Chiappino, talento del Chisola classe 2000: prima di campionato, primo gol in casa del Benarzole, per l'ex Toro che aveva già segnato alla Juve Primavera in amichevole...

E' stata una domenica speciale per Chiappino, che ha calciato per la prima volta il pallone all'oratorio. Poi le prime esperienze nei settori giovanili, il salto dal Csi alla Cbs e l'esplosione con gli Allievi con tanto di finali regionali. Sull'attaccante si è fiondato anche il Toro che l'ha chiamato per la Berretti. E qui ecco un grande ostacolo, l'imprevisto che mette alla prova il carattere di un giovane...

Chiappino: "In ritiro mi sono fratturato due vertebre. Sul più bello è arrivato uno stop di circa sei mesi e ho saltato praticamente tutta la stagione". Ma dopo alcuni allenamenti con l'Alfieri Asti, per la stagione 2018/2019, ecco la chiamata del Chisola: "Una grande società dove voglio rilanciarmi alla grande. La preparazione è andata molto bene, si è creato un bel gruppo ed è nato un feeling con tutti i compagni, specialmente con quelli d'attacco come Micelotta e Bellino. Il primo è un giovane come me davvero forte così come Neri, Gili, Quattrocchi, Chirulli, Degrassi, Deasti e tanti altri, il secondo a mio avviso è un talento fuori categoria. Bellino ha veramente giocate incredibili. Un'altra cosa che mi piace molto è la grinta e il carisma di Beppe Alessi. Lui è del 1977, ha giocato in serie C e B tantissimi anni e ci sta insegnando un sacco di cose". E infatti il suo motto è "...il pallone, in campo, deve andare più veloce dei giovani".

Il ruolo di Chiappino: "Prima punta. Ho sempre giocato là davanti. Mi trovo benissimo con il tecnico Giuseppe Bosticco e devo ringraziare il ds Gusella e il presidente Atzori per la fiducia che hanno avuto in me. Sono qui per dare il meglio di me". 

Sul campionato: "Siamo appena all'inizio ed è difficile farsi un'idea di chi potrà vincere questo campionato. Le cuneesi sono molto gettonate, questo è sicuro. Io e molti miei compagni di squadra abbiamo la sensazione che il Chisola essendo una squadra giovane venga sottovalutata. Meglio così. Partire a fari spenti potrebbe spostare l'attenzione e la pressione su altre rivali..."

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore