/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | mercoledì 19 settembre 2018, 18:58

Presentato alla Regione Piemonte l'Ottobre Remiero Piemontese

A presentare l'iniziativa l'Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris, il Vicepresidente vicario della Federazione Italiana Canottaggio Luciano Magistri ed il Presidente del Comitato Regionale Piemonte FIC Stefano Mossino

Presentato alla Regione Piemonte l'Ottobre Remiero Piemontese

Questa mattina, come da programma, sono stati presentati a Torino, presso la Sala Stampa della Giunta Regionale Piemonte, i contenuti dell'Ottobre Remiero Piemontese.

A presentare l'iniziativa l'Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris, il Vicepresidente vicario della Federazione Italiana Canottaggio Luciano Magistri ed il Presidente del Comitato Regionale Piemonte FIC Stefano Mossino.

Ad aprire la serie degli interventi è stato il "padrone di casa", l'Assessore Giovanni Maria Ferraris, il quale ha affermato: “Siamo proiettati verso il futuro forti della nostra storia. Quando abbiamo iniziato a progettare, un anno e mezzo fa, queste celebrazioni, avevamo il desiderio di raccontare la Storia delle tradizioni, ma anche l’orgoglio del nostro presente. Un secolo e mezzo fa a Torino e poi in tutta Italia, il nostro Po è diventato lo scenario del primo canottaggio. Oggi i nostri circoli cittadini, assieme a Candia, producono talenti, organizzano regate di livello internazionali, sviluppano un settore come il pararowing, coinvolgono giovani, studenti, universitari e si occupano del nostro fiume. Confesso per esperienza personale - ha proseguito l'Assessore Ferraris - che il mondo del canottaggio ha permesso di far cambiare il mio punto di vista in questi anni, sono stato coinvolto in un percorso straordinario, anche grazie all’attenzione e cura dei circoli. Approfondendo anche l’anima di un settore come quello del Pararowing, imponendosi sulla realtà sportiva negli ultimi anni, ho avuto netta la percezione della strada che tutti assieme dovevamo seguire, e nel 2016 ho modificato - primi in Italia - la legge regionale 93/95, per valorizzare il concetto di cultura sportiva, di sport al femminile, di sport come strumento sociale di inclusione. Grazie alla sensibilità di questo mondo, ho così ampliato gli orizzonti, con la possibilità quindi di proporre bandi pubblici per uno sport, non solo remiero, sempre più inclusivo”.

Luciano Magistri invece nel suo intervento, dopo aver portato i saluti del Presidente federale Giuseppe Abbagnale, si è soffermato sull'aspetto promozionale dell'evento dicendo che "Queste iniziative sono possibili grazie alla lungimiranza di amministratori attenti allo Sport come l'Assessore Ferraris, che ringrazio a nome del canottaggio italiano per aver voluto affiancare la Federazione nel sostenere le iniziative finalizzate alle celebrazioni dei 130 anni di Fondazione". Magistri, continuando, ha parlato degli eventi in programma soffermandosi in particolare sul TERA: "Stiamo preparando compagini regionali molto forti per fare in modo che il Trofeo possa rimanere in Italia grazie alla prestazione dei nostri atleti. Gli altri eventi che si terranno invece a Torino sono particolarmente interessanti perché coinvolgono sia l'attività universitaria, che la Federazione sta promuovendo e sostenendo, e sia l'attività Pararowing, della quale vi è necessità che diventi sempre più frequentata per far sì che la Nazionale abbia i giusti ricambi. Inoltre l'incontro internazionale tra le Nazioni Fondatrici della FISA è stato voluto per ricordare, nell'anno del 130° anniversario, che a Torino è nata anche la Federazione Internazionale".

Continuando negli interventi, Stefano Mossino ha parlato dei cinque eventi in programma nell'Ottobre Remiero Piemontese, ed in particolar modo della sfida internazionale tra gli equipaggi delle cinque Nazioni Fondatrici della FISA, in programma a Torino il 27 ottobre: “Un percorso, questo delle celebrazioni, straordinario, perché tocca tutti gli ambiti della nostra realtà remiera, l’università, il pararowing, una sfida storica tra rappresentative regionali ma di livello europeo, e ancora il coinvolgimento delle nazioni che nel 1892 hanno fondato la FISA, la Federazione Internazionale di Canottaggio. Senza dimenticare che due nostri atleti sono in partenza per le Olimpiadi giovanili. Il canottaggio storico, ricco di storia, ma che ogni giorno, con tutte le sue realtà, ne sta creando ancora”.

Il 5 ottobre la Sfida Università contro Politecnico di Torino, ne parla Riccardo D’Elicio, Presidente del CUS Torino: “Il Po è la palestra più bella di Torino. Abbiamo avuto la possibilità di lavorare con una Federazione lungimirante. Il Cus, con il Cus Torino, crede nella formazione degli atleti, ancora più dei risultati. Il fatto che la Federazione abbia portato i nostri canottieri ai recentissimi Mondiali Universitari, è la conferma del lavoro che noi per primi facciamo sul territorio. Grazie a Mauro Tontodonati, e a tutta la sua squadra, cerchiamo di unire allo sport agonistico lo studio universitario”.

La regata pararowing “Rowing for Tokyo”, il 13 e 14 ottobre: “Racconto un aneddoto, che fa capire tanto della nostra storia, e di una regata alla 13esima edizione - dice Gian Luigi Favero, Presidente dell’Armida - siamo stati ad una gara in Portogallo, la loro federazione non poteva credere che avessimo un otto di atleti disabili, e sono stati così colpiti dal nostro lavoro di inclusione che sono stati i primi ad iscriversi alla nostra regata. Bello poter essere anche un piccolo esempio”.

A Candia, il 20 e 21 ottobre, il Trophée Européen des Régions d’Aviron (TERA): “Un grande evento, ricco di storia - spiega Mario Mottino, Assessore allo Sport di Candia - siamo felici di riuscire a far parte di questa realtà, il nostro interesse è infatti migliorare sempre di più l’impiantistica nel rispetto del parco naturale. Poter ospitare una manifestazione internazionale di questo livello è un grande orgoglio”.

E le conclusioni non sono state conclusioni, poiché le iniziative per festeggiare sono ancora molte, dal francobollo della Federazione, con emissione il 1° dicembre prossimo, all’annullo del SilverSkiff, con le iniziative presentate per l'occasione dal Presidente della SC Cerea Tony Baruffaldi, dalle borse di studio agli atleti in partenza per le Olimpiadi Giovanili, alle celebrazioni nei circoli remieri cittadini. Un percorso che sulle pagine di canottaggio.org, assieme ai precedenti comunicati stampa, sarà aggiornato costantemente.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore