/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | venerdì 21 settembre 2018, 15:00

Moncenisio tiene a battesimo il progetto “Bicicletta senza frontiere”

Protocollo d’intesa tra Unione Montana Valle Susa e Haute Maurienne-Vanoise per i percorsi ciclabili

Moncenisio tiene a battesimo il progetto “Bicicletta senza frontiere”

L’Unione Montana Valle Susa e la Communautè des Commune Haute Maurienne Vanoise con le Syndicat du Pays de Maurienne firmeranno sabato 22 settembre 2018 un protocollo d’intesa sulla mobilità ciclabile tra i due territori, nell’ambito di un evento organizzato in collaborazione la delegazione della Federazione Italiana Amici della Bicicletta onlus.

Nel corso del pomeriggio saranno due i momenti distinti: il primo al Colle del Moncenisio in Francia e il secondo presso il Comune di Moncenisio in Italia, quale momento inaugurale del nuovo itinerario della Ciclovia AIDA (Alta Italia da Attraversare).

Che cos’è AIDA? È un itinerario promosso dalla rete “Bicitalia”  della Federazione con l’obiettivo di congiungere il passo del Moncenisio con Trieste attraverso la ricucitura di tracciati esistenti valorizzando non solo la mobilità locale ma anche i percorsi turistici: complessivamente 900 km di percorso lungo la Valle di Susa, il Canale Cavour attraversando le grandi città del nord Italia.

In questo progetto di respiro nazionale la Valle di Susa rientra grazie alla CicloVia Francigena e la Bike Area, tra i progetti di punta dell’Unione Montana Valle Susa: la dorsale Via Francigena, sia pedonale che ciclabile, coinvolge tutti i 22 comuni appartenenti all’Unione Montane e 3 comuni, che pur non appartenendo amministrativamente a tale entità rientro in virtù di progettualità di mobilità sostenibile e cicloturismo, tra i quali il comune di Moncenisio, quale primo comune italiano sulla Via Francigena.

Ed è qui il cuore di una collaborazione tra due poli cicloturistici della Maurienne con “Le plus grand domaine cyclable du monde” e la Bike Area Valle di Susa: la sigla del protocollo d’intesa si pone l’obiettivo di lavorare su un percorso storico di collegamento e di rafforzare la sinergia di progetti transfrontalieri di sviluppo turistico verso la creazione di un territorio legato alla pratica della bicicletta e dotato di un sistema di servizi collegati, sempre con uno sguardo attento alle progettualità del territorio complessivo dall’oltralpe sino a Torino.

Cosa succederà sabato 22 settembre: alle 14 la partenza, rigorosamente in bicicletta dal Colle del Moncenisio solcando le strade militari che dal Forte Variselle salgono all’Arpone per poi scendere sino al comune di Moncenisio seguendo il primo tratto di CicloVia Francigena della Valle di Susa.

Alle 15.30 l’Ecomuseo Le Terre al Confine di Moncenisio ospiterà le delegazioni italiane e francesi in bicicletta e tutti gli ospiti per una presentazione delle rispettive progettualità e la firma del protocollo d’intesa. Ma non finisce qui: la delegazione FIAB domenica 23 settembre partirà per la bicistaffetta da Susa sino a Verona dove convergerà per la giornata conclusiva la seconda delegazione proveniente da Trieste: una tappa sarà a Cascina Roland per l’inaugurazione del primo posto tappa bike Albergabici FIAB.

L’invito per il 22 settembre alle ore 15.30 a Moncenisio è rivolto a tutti gli amministratori e operatori turistici del territorio per condividere un primo passo verso la costruzione di una collaborazione fattiva per lo sviluppo turistico delle Valli di Susa e Maurienne.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore