/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | martedì 25 settembre 2018, 07:00

Presentati a Torino il “CRAI Opening Day 2018” ed i Campionati di Serie A1 e Serie A2 di basket femminile

Nella suggestiva e raffinata cornice di Palazzo Madama

Presentati a Torino il “CRAI Opening Day 2018” ed i Campionati di Serie  A1 e Serie A2 di basket femminile

Nella suggestiva e raffinata cornice di Palazzo Madama, sono stati presentati a Torino il “CRAI Opening Day 2018” ed i Campionati di Serie A1 e Serie A2 di basket femminile.
Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte il presidente della Lega Basket Femminile, Massimo Protani, la sindaca di Torino, Chiara Appendino, l’assessore allo sport, Roberto Finardi, il presidente della Iren Fixi Torino, Giovanni Garrone e Mara Invernizzi,
vicepresidente della Federazione Italiana Pallacanestro.

I lavori sono stati aperti dal video “Il basket femminile nel dopoguerra, gli anni ‘50”, primo di una serie di filmati realizzati da Rai Teche, successivamente c’è stato l’intervento del giornalista Paolo
Viberti, che ha raccontato gli albori della pallacanestro ed ha illustrato i fasti di Torino ed in particolare di Palazzo Madama.

Svelato ufficialmente il logo del “CRAI Opening Day 2018”, è stato il turno di Giovanni Garrone, il presidente del sodalizio biancostellato e del COL (Comitato Organizzatore Locale) di dare il benvenuto alla foltissima platea: “Per noi è un onore essere qui, anzi esserci ancora, visti i problemi che abbiamo avuto fino ai primi giorni di luglio, ringrazio ancora la sindaca Appendino e l’assessore Finardi per l’aiuto e il supporto concreto ed indispensabile che ci hanno fornito. Abbiamo messo su una squadra che a testa alta affronterà tutte le avversarie, seppur allestita in ritardo rispetto agli altri. Confidiamo nell’aiuto dei torinesi, affinché possano ancora riappassionarsi al basket femminile e magari tornare ai fasti d’un tempo, quando la nostra città
ha avuto addirittura tre squadre in serie A1. Stiamo organizzando un Opening Day della pallacanestro femminile in cui ci impegneremo per il bene del basket femminile, il tutto con l’essenziale aiuto del Gruppo Crai, che da subito ha creduto in questo evento
”.

Ad un emozionato Gianni Garrone ha fatto seguito il saluto dell’assessore allo sport regionale Giuseppe Maria Ferraris: “Torino capitale della pallacanestro è qualcosa che inorgoglisce tutto
il Piemonte, ed in tal senso porto il saluto del presidente Chiamparino. Lo sport ha Torino come capitale e qui dobbiamo investire sulla formazione di allenatori, di tecnici, e di giovani atleti”.
Le immagini dei successi in rosa del basket torinese tra gli anni ’70 ed ’80 hanno fatto da preludio all’intervento di Roberto Finardi, assessore allo sport sabaudo: “Le difficoltà e le vicissitudini di quest’estate sono alle spalle, e per questo mi complimento con tutta la dirigenza dell’Iren Fixi Pallacanestro Torino, che nel suo sessantesimo anniversario dalla nascita ospiterà una kermesse di carattere internazionale come  il CRAI Opening Day. Mi auguro che questa città possa rispondere al meglio all’invito a partecipare ed a vivere intensamente questa due giorni di basket femminile, ed al tempo stesso sono certo che la città saprà accogliere tifosi da tutta Italia e farli sentire a casa nella nostra bella Torino”.

La vicepresidente della FIP, Mara Invernizzi, ha esordito portando i saluti del presidente federale Gianni Petrucci, aggiungendo: “La dirigenza di Torino ha dimostrato quanto sia essenziale l’elemento passione nel nostro sport. Ringrazio la Lega Basket Femminile per aver scelto Torino, per aver scelto ancora una volta il Piemonte dopo le Final Four di Coppa Italia 2018 disputata ad Alessandria nello scorso inverno. Il mio in bocca al lupo è per tutte le ragazze del basket e mi
auguro che diversi nuovi sponsor possano entrare nel nostro panorama”.

La proiezione dell’ultimo filmato, riguardante il primo Opening Day disputato a Como nel 2003, ha fatto da preludio al saluto che la platea ha riservato alle giocatrici presenti, in rappresentanza delle 12 squadre di Serie A1 e delle 32 di Serie A2, ed al saluto del C.T. della Nazionale, Marco Crespi: “Siamo reduci da un’estate che si è aperta con il titolo di campione del Mondo conquistato dalle ragazze del 3×3 e si è chiusa con la medaglia d’Oro europea delle azzurre dell’under16. Un
patrimonio che va valorizzato in prospettiva futura
”.

A fare gli onori di casa la sindaca Chiara Appendino, che ha emozionato la platea con un intervento competente ed appassionato: “Torino è una città di basket ed assieme a Venezia è l’unica ad avere sia la maschile che la femminile in serie A1. Il basket femminile ha dato storicamente tanto e tutti insieme abbiamo lavorato e lavoreremo affinché possa regalare altrettante emozioni alla nostra città. Uomini e donne dello sport hanno una missione difficile, e il mio ringraziamento va a loro
perché sono di esempio al punto che grazie allo sport riusciamo noi politici, a nostra volta, ad educare tutti ad essere buoni cittadini. Penso al rispetto dell’avversario, al saper accettare la sconfitta e trattarla alla stessa maniera della vittoria, alla differenza tra le parole avversari e nemici. Sono orgogliosa che Torino sia stata scelta dalla Lega e dalla Federazione per ospitare questo CRAI Opening Day, e sono convinta che insieme agli amici della Iren Fixi Pallacanestro
Torino sapremo onorare la fiducia che ci è stata concessa
”.

Prima di chiudere il suo intervento, la sindaca Appendino ha raccontato un aneddoto personale che ha conquistato i numerosissimi presenti e, in particolare, le giocatrici presenti: “Ricordo che quando la squadra di A1 maschile stava giocando a Firenze la finale di Coppa Italia io ero al PalaRuffini a guardare la partita di campionato delle ragazze, e qualcuno si è chiesto…, ma come, la sindaca a vedere il basket femminile in una giornata come questa? Ebbene si, ero a vedere le ragazze e
lavoreremo per rimettere al centro dell’attenzione degli sportivi torinesi anche il basket femminile
”.
A chiudere la piacevole mattinata di Palazzo Madama Massimo Protani, presidente della Lega Basket Femminile, che ha voluto ricordare con emozione la figura di Antonio Concato, il presidente più vincente a livello europeo vincitore di cinque Coppe Campioni con il “suo” Vicenza, oltre alla mamma del tecnico della Pallacanestro Torino Massimo Riga ed a Enrico Trucco, papà di Valeria.
Quindi è entrato nel merito della stagione ormai alle porte: “Rivolgo i miei ringraziamenti a tutte le autorità presenti ma soprattutto a voi ragazze ed ai vostri dirigenti, perché affrontate roblematiche sulle quali si è sorvolato per troppo tempo, parlo di risorse umane, economiche, amministrative e strutturali. Un ringraziamento va all’amico presidente Gianni Garrone, al G.M. Mario Soriente, al Gruppo Crai, title sponsor dell’Opening Day e alla città di Torino, perché organizzare un evento di questa portata non è una passeggiata. L’Opening Day di Torino sarà l’edizione 16+1 – dice svelando, con un sorriso, un pizzico di scaramanzia ereditata dall’esperienza come G.M. a Napoli – lo abbiamo inventato noi della Lega nel 2002 e da allora tutta Europa lo ha adottato, nel basket e in altre discipline. Fare la prima giornata di campionato tutti insieme nella stessa città, giocando sullo stesso campo è importante ed al tempo stesso bellissimo, è una festa della pallacanestro femminile, con tifosi che girano e colorano la città per due giorni. Con tutto il mio consiglio direttivo abbiamo scelto questa sede per presentare anche il campionato di serie A2, fortemente
penalizzato negli ultimi anni dalla crisi che ha investito il Paese e il nostro sport, ma che sta tornando ad essere il motore di tutto il movimento.

Stiamo lavorando sulla crescita di operatori e dirigenti e sulla crescita della comunicazione investendo non tanto in risorse economiche quanto in idee, ed i numeri lo testimoniano con una crescita del 300% sui nostri Social e sul sito istituzionale. Saremo ancora su Sportitalia in diretta la domenica alle 19.00, proprio perché vogliamo che il nostro spazio sia “sacro ed inviolabile”. Con la nuova stagione partirà anche la nostra tv streaming, LBFTV.it, che a prezzi simbolici e popolari darà la possibilità di vedere tutte le gare di campionato. Ringrazio tutti gli sponsor, uno ad uno, perché il loro contributo è indispensabile, cominciando dal title sponsor del Campionato, che si chiamerà Sorbino Cup, e proseguendo con Fourteen, La Molisana, Aperto per Cultura, Farmacrimi, Sport and Marketing, 2M, Sixtus e Alce Nero”.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore