/ Volley

Volley | 22 ottobre 2018, 06:00

Esordio da urlo per il CUS Torino Volley al Pala Ruffini: Cutrofiano domato in tre set

Vittoria straripante della formazione di coach Marchiaro. In evidenza le nuove arrivate Coneo, Mabilo e Martinelli. Prossimo match sabato sera a Perugia

Foto Mario Sofia

Foto Mario Sofia

Il Barricalla CUS Torino Volley non poteva sognare un risultato migliore. Le ragazze di coach Marchiaro piegano il Cuore di Mamma Cutrofiano con un netto 3-0, regalandosi la prima gioia stagionale dopo la partenza falsa della scorsa settimana contro Ravenna.

Primo match casalingo, dunque, e primo risultato positivo, in un Pala Ruffini (la nuova casa del CUS Torino Volley) che ha fatto registrare oltre 1000 presenze. Cornice di pubblico che è servita alle cussine come spinta in più per approcciare nel migliore modo possibile questa sfida che, alla vigilia, si preannunciava impegnativa e ricca di insidie.

Le padrone di casa, però, sono state attente sin dalle prime battute e punto dopo punto sono riuscite a ottenere una brillante vittoria. Con la nuova formula del campionato femminile di serie A2, infatti, diventa ancora più importante capitalizzare al meglio ogni singola partita, proprio come è stato fatto nella gara di ieri. C’è stata una grande prestazione da parte di tutta la squadra, proprio come l’anno passato: il CUS Torino ha dimostrato di essere una squadra che punta molto sulla forza del collettivo.

Un’altra nota estremamente positiva riguarda le nuove arrivate: Coneo, Mabilo e Martinelli, su tutte, hanno sfoderato una prestazione di altissimo livello contribuendo al trionfo finale, dimostrando di essersi inserite nel migliore modo possibile nella squadra cussina. Tra le giocatrici che facevano già parte l’anno scorso della rosa del CUS Torino si sono messe in mostra Agostinetto, migliore marcatrice delle torinesi con 13 punti, Fiorio, Lanzini e Morolli.

In occasione di questa gara casalinga parte del ricavato dell’incasso è stato devoluto al nuovo progetto AGD “Il Sorriso di Sole”, finalizzato al sostegno di bambini e ragazzi con diabete e alle loro famiglie.  

Il prossimo match vedrà Gobbo e compagne affrontare una trasferta ostica come quella di Perugia, ma le cussine hanno tutte le carte in regola per sfoderare un’altra prestazione di alto livello.  

Il primo set vede una partenza da urlo da parte delle piemontesi che si trovano in vantaggio addirittura 6-0. Con una situazione di punteggio così favorevole diventa più semplice per le padrone di casa giocare con maggiore fiducia e i punti della banda colombiana, Amanda Coneo, ne sono la prova. Il CUS Torino incrementa il vantaggio fino a nove lunghezze (13-4) costringendo coach Carratù a chiamare il secondo time out del match. Le giocatrici ospiti, infatti, sono parse in evidente difficoltà in questo inizio di match. Non cambia la sostanza: le cussine continuano a giocare in scioltezza e si arriva sul 19-9. L’unico vero pericolo per le ragazze di coach Marchiaro arriva dagli attacchi e dalle battute dell’imponente opposto statunitense ospite, Suzanne Lutz, che prova a rimettere in scia le sue compagne, 19-13. Un paio di giocate a muro di Martinelli, una fast di pregevole fattura sempre della centrale classe ’93 e un attacco di prima intenzione di Elisa Morolli permettono al CUS Torino di avere nove set point. Un’invasione di Cutrofiano pone fine al primo set che si chiude sul punteggio di 25-15.

Nel secondo parziale è l’equilibrio a regnare sovrano, almeno fino al 5-5. Un nuovo black-out, soprattutto in fase difensiva da parte delle ospiti, permette alle torinesi di allungare fino all’11-5. Le padrone di casa sembrano in totale controllo anche in questo secondo set, ma una reazione d’orgoglio delle pugliesi le riporta in scia (22-18) e costringe coach Marchiaro a chiamare un time out per riportare l’ordine tra le sue giocatrici. Una fast di Martinelli consegna cinque set point e sarà un tocco molto intelligente della regista cussina Elisa Morolli a chiudere sul 25-20 anche questo secondo parziale.

Il terzo set inizia subito con un importante strappo del CUS Torino che si porta avanti 4-1. Arriva, però, immediata la reazione d’orgoglio di Cutrofiano che ristabilisce la parità sul 5-5. Le padrone di casa, però, non ci stanno e allungano ancora una volta grazie a un paio di punti di pregevole fattura. Sull’11-6 coach Carratù inserisce la capitana Vincenti per Manzani provando a scuotere le sue giocatrici. Serena Moneta riesce a portare a casa diversi punti in battuta, accorciando così le distanze sull’11-9. Coach Marchiaro capisce il momento di difficoltà della sua squadra e chiama un time out. Dopo questa breve pausa il match prosegue in sostanziale equilibrio e sul 13-13 Cutrofiano trova il suo primo vantaggio, 13-14. Mabilo, però, non ci sta e con un primo tempo eseguito alla perfezione ritrova l’equilibrio, 14-14. In questa fase della gara, però, le pugliesi sembrano tenere meglio il campo e infatti si portano sul 15-17. Dopo il secondo time out chiamato da coach Marchiaro le cussine tornano in campo con le idee più chiare e una serie di punti in sequenza di Coneo, Fiorio e Agostinetto regalano il terzo set e conseguentemente la vittoria alle padrone di casa, 25-20.

TABELLINO  

BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY - CUORE DI MAMMA CUTROFIANO  3-0

(25-15, 25-20, 25-20)  

BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY: Fiorio 9, Lanzini (L), Coneo 8, Martinelli 10, Morolli 5, Agostinetto 13, Mabilo 5, Camperi, n.e. Vokshi, Gobbo, Gamba, Garrafa Botta, Poser. All.: Michele Marchiaro. Vice All.: Fulvio Bonessa.  

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Negro, Lotti 4, Moneta 9, Saveriano, Vincenti 1, Manzano 2, Barbagallo (L1), Antignano 3, Faraone (L2), Lutz 18, Morone. All.: Antonio Carratù. Vice All.: Giuseppe Progna.  

ARBITRI: Roberto Pozzi - Simone Cavicchi  

DURATA SET: 19’, 23’, 25’  

MURI: CUS Torino 9, Cutrofiano 6

 

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium