/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | martedì 06 novembre 2018, 07:55

CBS, ANCHE BALZANO VA KO - Mister Meloni: "Siamo feriti, ma ancora in piedi e... incazzati"

"A tutti ho chiesto di essere uomini adesso, perché è nella difficoltà che gli uomini vengono fuori. Avanti domenica dopo domenica"

Angelo Balzano (Cbs)

Angelo Balzano (Cbs)

Avremmo anche potuto sostituire la parola "incazzati" con "incavolati", ma non avrebbe reso l'idea. Così ha detto mister Marcello Meloni per descrivere lo stato d'animo della squadra. La Cbs in Promozione D è nera, o rossonera, di rabbia. Tanta, troppa sfortuna in un inizio stagione che doveva portare ad una crescita costante rispetto ad un'ottima stagione 2017/2018. Anche bomber Angelo Balzano (7 gol in 9 partite) è infortunato: due mesi di stop a causa di una lesione di primo grado alla coscia destra. Dopo Todella (stagione finita) e dopo altri piccoli infortuni questa è una tegola veramente dura da spostare.

Mister Meloni: "Ormai siamo abituati a fare i conti con i problemi da oltre un mese. Balzano è solo l'ultimo di una lunga lista. Abbiamo cura di ogni dettaglio in settimana, proprio perché i dettagli a questo punto diventano fondamentali. Preparo con i miei prepatatori Maina e Di Palma la gestione delle tre fasi allenanti dal metabolico al neuromuscolare per chiudere con la velocita/rapidità,  e poi i ragazzi si infortunano in modo banale o per movimenti strani e fortuiti. E contro la casualità ci si fa ben poco. Noi però non cerchiamo alibi, andiamo avanti per la nostra strada da feriti, perche siamo ancora in piedi e quando sei ferito sei ancora più incazzato. I miei ragazzi dopo due settimane di sbandamento si sono presi le loro responsabilità e stanno dando qualcosa di più, alzando l'asticella personale e di gruppo. Io devo essere sempre li con loro, in ogni fase. Mi arrabbio se non sono perfetti, mi arrabbio se abbassano la tensione, chiedo ogni singola goccia del loro sudore, ma sono orgoglioso di loro...Davvero. Da fuori non si può capire cosa stanno facendo a livello di sacrificio in questo momento. Sono ragazzi che giocano spesso in 10 contro 11 (anche questa purtroppo è una piaga che ci portiamo dietro, ai nostri giovani vengono assegnati cartellini gialli come niente...) senza patire mai, che fa fronte a 8 assenze...Tante, troppe. Sono ragazzi, ripeto, che giocano anche da acciaccati per non mollare un centimetro e poi a volte l'acciacco diventa più forte alla fine, e siamo punto a capo il martedi".

Meloni senza giri di parole: "A loro ho chiesto di essere uomini adesso, perché e' nella difficoltà che gli uomini vengono fuori. Avanti domenica dopo domenica, ci conteremo e saremo pronti ad ogni battaglia. Finché potremo scendere in campo noi ci saremo, perché anche grazie alla juniores ed al lavoro di Spiteri e del collaboratore Masera abbiamo la possibilità di essere competitivi con i 2000 rimasti in categoria ed i 2001, di cui conosco a memoria i valori tecnici e caratteriali. Se in questi casi tutti cercherebbero delle alternative sul mercato, io do fiducia a chi rimane, perché so quanto può valere. Se poi dovesse presentarsi occasione, la valuteremo con calma. Non abbiamo bisogno di uno qualunque, ma di ragazzi capaci di calarsi nella realtà della nostra società e nei valori di cui questo ambiente non può  fare a meno".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore