/ Toro

Toro | mercoledì 14 novembre 2018, 13:20

Toro tra ripresa, nazionali e problemi assortiti

Mazzarri deve lavorare sull’approccio e la fase difensiva: troppi i gol presi in avvio di partita. I 6 convocati con le varie nazionali torneranno solo a metà della prossima settimana

Toro tra ripresa, nazionali e problemi assortiti

In molti hanno storto il naso pensando che, dopo la pessima prova e la sconfitta casalinga di sabato contro il Parma, Mazzarri abbia concesso tre giorni di riposo alla sua truppa. La ripresa è prevista per oggi, mercoledì 14 novembre, senza i sei giocatori convocati dalle varie nazionali, ma con tante questioni da risolvere per il tecnico.

La prima di tutte è l’approccio alla partita: all'Olimpico non è la prima volta da inizio campionato che il Toro parte in salita, prendendo gol evitabilissimi nelle battute iniziali. Come diceva il grande Indro Montanelli, tre indizi fanno una prova, così dopo le reti incassate contro Napoli e Fiorentina, sabato è arrivato il pacco dono confezionato a Gervinho da Nkoulou e Izzo. Le squadre di Mazzarri sono note da sempre per la loro attenzione alla fase difensiva, al Toro gli errori dei singoli e di reparto si stanno purtroppo ripetendo con una preoccupante continuità.

Urge cambiare registro, perché non è pensabile che una squadra che finora è ancora imbattuta in trasferta, abbia già lasciato tutti questi punti in casa, rendendo quanto mai problematica la strada che porta all’Europa. Poi l’ex allenatore del Napoli dovrà trovare il modo di inserire al meglio nei meccanismi Soriano e Zaza, i due grandi colpi dell’estate: arrivati a metà novembre non si può ancora tirare in ballo la storia che sono arrivati tardi, a fine mercato, per giustificare le loro difficoltà di inserimento.

E’ compito di Mazzarri fare in modo che entrambi diventino funzionali agli schemi e al sistema, quello dei due giocatori invece è di avere un atteggiamento meno molle e indolente, quando sono chiamati in causa: contro il Parma è stato un disastro generale, ma tra i peggiori si sono segnalati proprio loro: Soriano ha illuminato una sola volta il gioco, Zaza è entrato nella ripresa e non ha mai concluso in modo pericoloso verso la porta avversaria.

Con loro e con il resto del gruppo Mazzarri dovrà fare autocritica, aspettando la metà della prossima settimana per riavere la rosa al completo per iniziare a prepare la trasferta di Cagliari di lunedì 26 novembre. In questi giorni, infatti, sono sei i granata in giro per il mondo con le rispettive nazionali: tra i convocati di Mancini per la sfida di Nations Cup contro il Portogallo in programma sabato 17 a San Siro e per l'amichevole contro gli Stati Uniti di martedì 20 c’è Salvatore Sirigu, mentre il ct della Under 21 Di Biagio ha chiamato Vittorio Parigini per le due amichevoli di giovedì 15 contro l'Inghilterra a Ferrara e lunedì 19 a Reggio Emilia, avversaria la Germania.

Oltre ai due azzurri, anche Ola Aina, Damascan, Lukic e Rincon sono stati convocati dalle rispettive selezioni. Aina giocherà con la Nigeria sabato 17 e martedì 20 contro Sudafrica e Uganda, mentre la Moldavia di Damascan affronterà San Marino giovedì 15 e Lussemburgo domenica 18. Lukic sarà impegnato con la Serbia nel confronto con il Montenegro di sabato 17 e in quello con la Lituania di martedì 20, Rincon infine giocherà con il Venezuela la sfida contro il Giappone di venerdì 16.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore