/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 24 novembre 2018, 06:00

Mondiali di Adelaide, Italia e Piemonte chiudono le gare di nuoto per salvamento in vasca con il punto esclamativo

Un oro e un bronzo individuali, e due argenti a staffetta per i nuotatori piemontesi

Mondiali di Adelaide, Italia e Piemonte chiudono le gare di nuoto per salvamento in vasca con il punto esclamativo

Un oro e un bronzo individuali, due argenti a staffetta. Cresce il numero di medaglie piemontesi ai Mondiali di nuoto per salvamento, in corso di svolgimento a Adelaide, in Australia.

La seconda giornata di gare in vasca ha visto nuovamente sul podio Federico Gilardi (Fiamme Oro/Rari Nantes Torino), Jacopo Musso (Rari Nantes Torino) e Cristina Leanza (Aquatica Torino), tra le punte di diamante di una nazionale salita a quota undici medaglie complessive. Federico Gilardi ha conquistato il titolo mondiale dei 200 super lifesaver, con il tempo di 2'07''29 davanti all'australiano Matt Davis e al tedesco David Laufkotter, entrambi staccati di oltre un secondo (2'08''30 e 2'09''59 i loro tempi).

Federico ha così conquistato il titolo sfuggito per un soffio ai World Games 2017 e si è confermato campione iridato dopo l'oro ottenuto a Eindhoven nel settembre del 2016; nell'occasione aveva anche stabilito l'attuale record del mondo, in 2'04''33. L'oro di ieri è stato la seconda soddisfazione di questo Mondiale per Federico, ieri argento nei 200 ostacoli.

Nei 50 manichino è invece andata a medaglia la primatista italiana di specialità Cristina Leanza, terza con il tempo di 35''93 alle spalle della britannica Zara Williams (34''62) e della cinese Wu Huimin (34''71). Altro buon piazzamento individuale è stato il quarto posto di Jacopo Musso nei 100 manichino pinne, conclusi in 46''20 ai piedi di un podio composto dal tedesco e primatista del mondo Jan Malkowski (44''72), dall'altro azzurro Andrea Vittorio Piroddi (45''22) e dal neozelandese Steven Kent (45''26).

Da ricordare che giovedì Jacopo si era laureato campione del mondo nei 100 manichino pinne e torpedo, mentre Cristina si era aggiudicata l'argento con la staffetta 4x50 lifesaver mista.

A proposito di staffette, ieri hanno brillato la 4x25 manichino e la 4x50 mista maschili, entrambe seconde alle spalle della Germania. Nella 4x25 manichino Marcello Paragallo, Andrea Piroddi, Federico Gilardi e Daniele Sanna hanno chiuso in 1'05''90 a quattro decimi dalla formazione tedesca (1'05''51) e davanti alla Polonia (1'06''70).

Nella 4x50 mista gli stessi Paragallo, Piroddi e Gilardi sono tornati sul secondo gradino del podio insieme a Jacopo Musso. 1'29''05 la loro prestazione, seconda soltanto al record mondiale della Germania (1'26''19) e davanti al Giappone (1'29''77). Nelle medesime staffette un quinto e un settimo posto per il quartetto azzurro femminile, che in entrambi i casi ha schierato Cristina Leanza.

In contemporanea con le gare in vasca degli Assoluti, gli Youth hanno disputato le prove oceaniche. Francesca Pasquino ha ottenuto due sesti posti, nel frangente e nella staffetta tavola, in coppia con la compagna di nazionale Lucrezia Fabretti. Oggi e domenica gli Youth saranno impegnati in vasca, mentre gli Assoluti si sposteranno sulla costa per le due giornate dedicate alle prove oceaniche.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium