/ Juve

Juve | sabato 01 dicembre 2018, 20:20

Inesorabilmente Juve: tris alla Fiorentina nel sabato macchiato dalle vergognose scritte contro le vittime dell'Heysel e Scirea

Bentancur, Chiellini e Ronaldo: il ciclone bianconero si abbatte sul campo dei viola. Prima del match l'inaccettabile oltraggio alla memoria dei caduti di Bruxelles e dello storico capitano juventino.

Inesorabilmente Juve: tris alla Fiorentina nel sabato macchiato dalle vergognose scritte contro le vittime dell'Heysel e Scirea

Prosegue inesorabile la marcia della Juventus in serie A. Anche a Firenze, città storicamente avversa ai colori bianconeri, la squadra di Allegri passa con il piglio della grande squadra, capace anche di soffrire in alcuni momenti della partita ma soprattutto cinica e spietata quando l'occasione lo richiede. E così anche la Fiorentina cede il passo a Ronaldo e compagni, con uno 0-3 che forse punisce in maniera eccessiva i viola, in un sabato macchiato in maniera vergognosa dalle scritte comparse all'esterno dello stadio "Franchi" contro le 39 vittime della strage dell'Heysel e contro Gaetano Scirea, indimenticato capitano della Juventus vittima di un incidente stradale nel settembre del 1989.

Se l'avvio di gara sembrava essere promettente per i padroni di casa, tra un colpo di testa fuori di poco di Pezzella al 14' e un gran tiro di Biraghi al 18' non lontano dai pali di Szczęsny, la realtà dopo i primi 45 minuti ha visto la Juve andare all'intervallo avanti 1-0. Merito di un gol frutto di un'azione manovrata conclusa in rete da Bentancur al 31'. In precedenza, al 26' e al 29', due episodi dubbi in area viola non sono stati giudicati da rigore dall'arbitro Orsato: nel primo caso è intervenuto il VAR per giudicare involontario il tocco di braccio di Biraghi, nel secondo il contatto tra Ronaldo e un difensore avversario non è stato considerato degno della massima punizione sin da subito dal direttore di gara. Poco male per una Vecchia Signora che non si è fermata e ha continuato a giocare.

Nella prima parte della ripresa una Fiorentina arrembante mette in difficoltà i campioni d'Italia: l'occasione più nitida per l'1-1, capitata sui piedi di Hugo, viene però sprecata malamente. E così, tra una parata e l'altra di Szczęsny, arriva il raddoppio juventino al minuto 70: è Chiellini a battere Lafont, con una girata da bomber nel cuore dell'area di rigore. Anche in questo caso consulto VAR per controllare eventuali posizioni di fuorigioco, ma è tutto regolare. Al 78' il tris del team di Allegri arriva dagli undici metri: Edmilson intercetta con il braccio un traversone di Mandzukic, rigore. Dal dischetto Ronaldo abbatte la porta avversaria ed esulta con rabbia prendendosi un'ammonizione: l'ultima emozione della sua gara, al suo posto infatti proprio in quel momento subentra Bernardeschi (prima sostituzione per CR7 da quando è arrivato in Italia).

Sì conclude così, con un rotondo successo, la trasferta toscana dei bianconeri. Venerdì prossimo, allo Stadium, un altro match che non ha bisogno di ulteriori presentazioni: Juventus-Inter, quello che per molti è ancora il "Derby d'Italia".

 

IL TABELLINO

FIORENTINA - JUVENTUS 0-3

RETI: 31'pt Bentancur, 25'st Chiellini, 33'st su rig. Ronaldo.

 

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (21'st Pjaca), Veretout, Edimilson; Chiesa, Simeone, Gerson (35'st Thereau).

A DISPOSIZIONE: Dragowski, Ceccherini, Laurini, Hancko, Norgaard, Dabo, Eysseric, Mirallas, Sottil, Vlahovic.

ALLENATORE: Stefano Pioli.

 

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Cancelo; Cuadrado (36'st Douglas Costa), Bentancur, Matuidi; Dybala, Mandzukic (44'st Kean), Ronaldo (35'st Bernardeschi).

A DISPOSIZIONE: Perin, Pinsoglio, Rugani, Spinazzola, Barzagli, Alex Sandro, Benatia, Pjanic.

ALLENATORE: Massimiliano Allegri.

 

ARBITRO: Daniele Orsato di Schio.

AMMONITI: Edimilson, Vitor Hugo, Milenkovic, Pezzella, Thereau, Veretout (F); Mandzukic, Bentancur, Ronaldo (J).

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore