/ Toro

Che tempo fa

Cerca nel web

Toro | martedì 04 dicembre 2018, 08:00

Torino e il Toro visti con gli occhi di chi tifa Genoa

Marco Pinazzi di “Quelli che il calcio”

Torino e il Toro visti con gli occhi di chi tifa Genoa

Il Toro è ritornato alla vittoria contro il Genoa, regalando un sorriso ai tifosi granata e facendo ingoiare amaro a quelli rossoblu. Come Marco Pinazzi di “Quelli che il calcio”, il popolarissimo programma della domenica di Rai Due.

Prima della partita l’inviato al seguito della formazione genoana vaticinava: “Se potessi togliere un giocatore al Torino direi l’ex Rincon. Noi soffriamo in mezzo al campo e un incontrista come lui può dare fastidio e fare la differenza”. Ma alla fine la differenza l’hanno fatta altri due ex, Ansaldi e Iago Falque: “Sì, non hanno avuto pietà del loro passato. Uno ha segnato il gol del pareggio, l’altro si è procurato il rigore. E’ un peccato, perché il Genoa aveva bisogno di fare risultato e dopo il gol c’erano le premesse per portarlo a casa”.

A risultare determinante per il risultato è stata anche e soprattutto l’espulsione di Romulo: “Giocare un’ora in dieci è stato pesante”, ha fatto notare Pinazzi. “Uno con la sua esperienza non doveva prendere due cartellini così in pochi minuti. Si vede che era nervoso, lo ha detto alla fine anche Murgita (il tecnico che ha sostituito lo squalificato Juric, ndr), forse giocando fuori ruolo non si sentiva sicuro… Di sicuro è stato un momento decisivo della gara, perché dopo la sua espulsione il Genoa ha dovuto togliere Piatek e senza il centravanti non aveva più le armi per poter impensierire la difesa del Toro”.

Nonostante la sconfitta, però, per Pinazzi venire all’Olimpico è sempre un piacere: “Torino è una città bellissima e poi questa partita è speciale, visto lo storico gemellaggio tra le due tifoserie, ogni volta c’è sempre un bel clima”. Ma adesso è già tempo di guardare al futuro: “Per il Genoa arriva una sfida molto delicata a Marassi contro la Spal: guai a sbagliarla, se vogliamo arrivare ad una salvezza tranquilla, come è nelle possibilità della squadra”.

Il Toro invece è tornato a sognare l’Europa: “Non sarà per niente facile arrivarci, vista la concorrenza – conclude Pinazzi – ma glielo auguro in nome del nostro gemellaggio”.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore