/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | 09 dicembre 2018, 12:00

A Different World torna al Cinema Lux di Torino

Lunedì 10, martedì 11 e mercoledì 12 alle ore 20

A Different World  torna al Cinema Lux di Torino

Dopo il sold out di qualche settimana fa, Wonderful Losers. A Different World  - la pellicola dedicata a quei ciclisti che non vincono e che non compaiono mai in televisione e sulle prime pagine dei giornali sono semplicemente dei perdenti. Sono i gregari, i “portatori d’acqua", i Sancho Panza del ciclismo professionistico  -torna al Cinema Lux di Torino lunedì 10, martedì 11 e mercoledì 12 alle ore 20:00.

(qui l'evento su facebook  https://www.facebook.com/events/525574367923761/)

Il film ha ottenuto uno strepitoso successo, nonostante in sala proiettassero due film mainstream come First Man e Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald e la città fosse in fermento per il Torino Film Festival. 

Visto il sold out della prima proiezione, l'esercente ha deciso di inserire in programma una seconda proiezione e di ospitarci ancora per tre giornate nelle prime settimane di dicembre.

Il film, candidato dalla Lituania agli Oscar 2019 nella categoria Miglior Film in Lingua Straniera e Miglior Documentario, racconta le imprese, le fatiche e i sacrifici dei gregari, figure spesso dimenticate del ciclismo, e lo fa in una maniera inedita, entrando per la prima volta all'interno del Giro d'Italia. 

Wonderful Losers. A Different World   racconta la loro volontà smisurata, la loro devozione e la capacità di sopportare la fatica e il dolore per continuare la gara ad ogni costo e dare il personale contributo alla vittoria finale del loro capitano. Se cadono si rialzano e fanno di tutto per continuare la corsa: alzare bandiera bianca non è ammesso. In Wonderful Losers i nostri eroi non sono soli: il team dei medici, stipato in una piccola e claustrofobica automobile, accorre per prestare le prime cure, si lancia sull'asfalto a soccorrere chi è caduto o medica i feriti che, senza fermarsi, si agganciano ai finestrini dell'auto. Il lavoro dei medici ricorda quello di una guerra: sono sulla “linea di fuoco”, dove il ritiro non è un'opzione. I 21 giorni del Giro d'Italia sono il perfetto scenario per l'odissea dei gregari e dei loro angeli custodi, i medici di corsa

Un bellissimo film che è anche metafora della vita, dove il talento, l'impegno, il sacrificio, non sono messi al servizio del proprio successo, ma di quello della propria squadra. 

Un'emozionante storia di atleti che sono prima di tutto uomini, pronti a dare una lezione di umiltà che si riflette tanto nello sport quanto nella vita di tutti i giorni, a livello familiare o lavorativo. 

R,G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium