/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | 09 dicembre 2018, 10:00

Chivasso, la notte di "Pecco" Bagnaia

L'abbraccio dei fans nella bellissima piazza del Duomo

Chivasso, la notte di "Pecco" Bagnaia

Rimanere con i piedi per terra, cercando di fare da solo e non imitando qualcuno.

Iniziamo a raccontare dal fondo la serata di festa che Chivasso ha voluto per il suo “Pecco”, quel Francesco Bagnaia che, salito a sei anni sulla sua prima mini moto, oggi è il neo Campione del Mondo di Moto2 e il prossimo anno correrà con la Ducati.

Piazza del Duomo si è vestita a festa per celebrare il suo Campione che, nonostante il freddo pungente, ha sentito vivo e caldo l'affetto delle centinaia e centinaia di fans che non hanno voluto mancare all'appuntamento.

A presentare la serata il giornalista Walter Paradiso e la speaker e modella Elena Galliano, che hanno subito voluto sul palco i ragazzi dell'Official Fan Club, guidato dal presidente Luca Cena, che insieme all'Amministrazione comunale sono stati i veri artefici della serata.

Un'onda di emozione ha attraversato la folla quando la piazza si è riempita delle note di “We are the Champions” e sul mega schermo scorrevano le immagini della consacrazione di Pecco.

E poi sul palco è arrivato lui, il Campione chivassese, il ragazzo che a soli 16 anni è entrato nell'Academy di Valentino Rossi e che ha inseguito un sogno, ma tenendo i piedi ben saldi per terra.

Pecco ha risposto alle tante domande dei fans e si è raccontato nei momenti prima della gara, il suo essere scaramantico (sale sempre sulla moto dalla stessa parte), il non voler sentire la parola “auguri” (meglio: “in bocca al lupo”) e poi quel mal di stomaco e la nausea la notte prima della gara, quell'essere “poco simpatico” prima della partenza per la tanta tensione e poi tutto sparisce quando il semaforo diventa rosso, ti concentri e non esiste nient'altro. Salire sul podio, poi, è il ringraziamento più bello da dedicare al proprio team.

Il sindaco Claudio Castello gli ha consegnato una targa, a nome di tutta la città, ed ha sottolineato ancora una volta l'orgoglio con cui tutti guardano a questo giovane Campione, che saprà certamente regalarci ancora tante emozioni.

J.M.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore