/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | 18 dicembre 2018, 15:04

Assoluti Invernali, i piemontesi chiudono con 6 titoli e 16 medaglie

Società Torinesi sugli allori

Federico Gilardi e Cristina Leanza

Federico Gilardi e Cristina Leanza

La seconda e ultima giornata del Campionato Italiano Assoluto Invernale di nuoto per salvamento ha visto lievitare il numero di medaglie conquistate dai nuotatori piemontesi, che hanno concluso i tricolori di Milano con sei ori, quattro argenti e sei bronzi (dopo i due ori e i due bronzi di ieri).

In mattinata Cristina Leanza (Aquatica Torino) ha vinto due titoli, nei 100 percorso misto e nella prova “sprint” dei 50 manichino dall'acqua. Nella prima ha nuotato in 1'12''64 e messo dietro l'altra azzurra Silvia Meschiari (Fiamme Oro, 1'13''00) e l'altra torinese Francesca Cristetti (Rari Nantes Torino, 1'13''46). Nella seconda ha chiuso in 42''91 davanti alla stessa Francesca Cristetti (44''34) e a Giulia Calistri (Interamnia Fitness, 46''02). Da ricordare che la 30enne atleta della nazionale ha raccolto ieri l'oro nei 50

Con lei sono recentemente tornati dai Mondiali con medaglie Federico Gilardi e Jacopo Musso, entrambi portacolori della Rari Nantes Torino con il primo tesserato anche per le Fiamme Oro. Federico ha vinto i 200 superlifesaver – specialità di cui è primatista mondiale – in 2'09''67 con tre decimi di vantaggio su Jacopo; 2'11''48, invece, il tempo di Andrea Niciarelli (Fiamme Oro), terzo al traguardo. Jacopo Musso ha invece trionfato nei 50 pinne in 17''01, con una manciata di centesimi di vantaggio sull'azzurrino torinese Andrea Vivalda (Sa-Fa 2000, 17''19); bronzo per Gabriele Giovanni Vestri (17''32). Anche un bronzo per il 25enne della Rari Nantes Torino, nei 100 manichino pinne alle spalle dei compagni di nazionale Andrea Piroddi (Fiamme Oro, 47''10) e Fabio Pezzotti (Fiamme Oro), quest'ultimo distate appena un centesimo.

 

Le ultime due medaglie piemontesi di giornata sono di Paola Lanzilotti e Greta Pezziardi, entrambe portacolori della Rari Nantes Torino e rispettivamente argento e bronzo nei 200 super lifesaver e nei 100 manichino pinne. Paola ha chiuso in 2'27''17 dietro a Silvia Meschiari (Fiamme Oro, 2'25''20) e davanti a Alessandra Marra (Gym Sportmania Scafati, 2'30''93). Greta è salita sul terzo gradino del podio in 54''05, dietro a Lucrezia Fabretti (In Sport Rane Rosse, record mondiale in 50''43) e Federica Volpini (Fiamme Oro, 52''98). Innumerevoli i piazzamenti di rilievo dei nuotatori piemontesi, moltissimi approdati nella top 10 delle varie gare, in alcuni casi a ridosso del podio. Un dato che si aggiunge al buon numero di medaglie raccolte e che conferma l'ottima qualità media del movimento piemontese di nuoto per salvamento.

 

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium