/ Juve

Juve | 05 gennaio 2019, 08:00

Supercoppa delle polemiche: oggi sit in di protesta davanti alla sede della Juventus

Manifestazione a favore dei diritti delle donne da parte di Radicali italiani e +Europa in vista della gara Juventus-Milan a Gedda, in Arabia Saudita

Supercoppa delle polemiche: oggi sit in di protesta davanti alla sede della Juventus

La supercoppa italiana non ha ancora deciso il proprio vincitore, ma di sicuro è già ricolma di polemiche. Quelle legate ai diritti delle donne, che sembrano a serio rischio a Gedda e più in generale in Arabia Saudita, un Paese in cui l'accesso ad alcuni settori dello stadio che dovrà ospitare la gara tra Milan e Juventus saranno riservati a soli uomini.

Un granello, peraltro, se paragonato alla grande crisi internazionale legata alla morte del giornalista Jamal Kashoggi e che accende ulteriori riflettori sulla condizione sociale e politica del Paese arabo.

E la protesta vedrà questa mattina, davanti alla nuova sede della Juventus alla Continassa (dopo il trasferimento da corso Galileo Ferraris) un sit-in di protesta proprio contro la scelta di far disputare la partita - dietro lauto pagamento - in Arabia Saudita. A organizzare l'iniziativa sono +Europa e Radicali italiania e il titolo scelto è "I diritti delle donne scendono in campo".

Nel mirino, in particolare, ci finisce il presidente della Lega Calcio, Gianfranco Micchiché, che - spiegano i responsabili della protesta - "garantisce che questa sarà la prima volta in cui le donne saudite potranno accedere allo stadio da sole, ma sempre segregate in uno spazio a loro dedicato".

Da qui, la protesta che porterà i manifestanti a tracciarsi un segno rosso sul viso, proprio come quello che la stessa Serie A aveva mostrato nella giornata contro la violenza sulle donne. La richiesta, ovviamente, è che la partita non si disputi in Arabia.

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium