/ FACEBOOK

Che tempo fa

Cerca nel web

| 12 gennaio 2019, 10:01

Bardonecchia, “Memorial Vertical Bumba”: un successo di partecipanti e di pubblico (Foto)

Davvero un bel modo per ricordare Luca ed Alessandro Lombardini ed Elisa Bertondavanti ai genitori dei giovani scomparsi, accanto alle massime cariche della Guardia di Finanza territoriali

Più di 200 atleti ed atlete, alcuni tesserati per i Gruppi Sportivi Militari, con buona presenza di atleti civili, italiani e stranieri, hanno preso parte giovedì 10 gennaio al “1° Memorial Vertical Bumba”, gara di sci alpinismo notturna di sola salita di 700 m. di dislivello, con partenza da Campo Smith.

La manifestazione, seguita da un buon numero di spettatori, è stata organizzata dal Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, l’apporto tecnico logistico della Colomion spa, ed il patrocinio del Comune di Bardonecchia, in memoria di Luca Lombardini, di 31 anni, la fidanzata Elisa Berton, maestra di 27 anni, e il fratello Alessandro di 28 anni, guida nella stazione di soccorso alpino della Guardia di finanza della Conca, che hanno tragicamente perso la vita lo scorso agosto durante un’escursione  sotto la Petite Aguille Verte, lungo il massiccio del Monte Bianco.

Non mi aspettavo ci fosse così tanta gente. E’ stata una bella festa con bei premi - sostiene Matteo Eydallin, 33enne alpino tesserato per il Gruppo Sportivo Esercito, da anni ai vertici dello sci alpinismo mondiale, grande favorito della vigilia - Non ho vinto, ma già lo sapevo. Damiano Lenzi, primo classificato, atleta azzurro ossolano ora residente in provincia di Cuneo, mio commilitone e compagno vincente in molte gare, è più bravo di me in salita. La stagione agonistica sta andando male, ma conto di fare meglio quando oltre a salire, gareggerò in competizioni che prevedono anche la discesa”.

Al termine della gara, omaggio floreale ai genitori dei giovani scomparsi, accanto alle massime cariche della Guardia di Finanza territoriali, e agli organizzatori, breve saluto del vice sindaco Chiara Rossetti, foto di rito e pizzata all’Haralds durante la quale sono stati sorteggiati tra i partecipanti moltissimi premi offerti da numerosi commercianti, simpatizzanti, negozianti ed enti locali.

Gli organizzatori, al di là della buona riuscita del 1° Memorial, carico di significati, di gran lunga superiori a quelli strettamente agonistici, stanno già programmando la seconda edizione, ovvero il passaggio da una bella manifestazione, ad un vero e proprio appuntamento fisso annuale, nazionale ed internazionale sotto l’egida della Federazione Italiana ed Internazionale degli Sport Invernali.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium