/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 13 gennaio 2019, 15:03

The Ice Challenge: prima la foto, poi tutti in pista nel segno della famiglia Bormolini

Le prove di qualificazione, però, sono servite soprattutto a riprendere confidenza con la guida di traverso e a mettere a posto i mezzi dopo il lungo periodo di riposo. E domani si ricomincia alle ore 8.00 con la caccia alla vittoria. Ora due tappe a Pragelato

The Ice Challenge: prima la foto, poi tutti in pista nel segno della famiglia Bormolini

The Ice Challenge 2019 parte in allegria, con un atto formale. La foto di rito che ritrae tutti i partecipanti alla gara in programma questo fine settimana, insieme a commissari di percorso e lo staff BMG Motor Events. Un’immagine che resterà nella memoria storica della serie, poi i motori si sono accesi ed è cominciata la sfida vera, con la sessione di qualifiche.

E i primi riscontri cronometrici, quelli delle prove di qualificazione, premiano i piloti di casa con il giovane Alessio Bormolini che ha sfruttato a meraviglia potenza e trazione della Škoda Fabia R5 per precedere l’affascinante Lancia Delta S4 di papà Oliviero, che ha bruciato di pochi millesimi Aldo Pistono (Opel Astra) e Sergio Durante (Citroën DS3) che pagano un ritardo inferiore al secondo dal capoclassifica. In bella evidenza anche Giovanni Saracco, all’esordio con la Mitsubishi Lancer e Ivan Carmellino con la Fiat Grande Punto, mentre fra le Due Ruote Motrici vive sul duello in Volkswagen Golf fra Sergio Giacomuzzi che ha bruciato per meno di 9/10 Mattia Cola. Più indietro gli altri quattro componenti della famiglia Bormolini, con Loris, che divide la Delta S4 con il padre Oliviero, ottavo, e il più giovane della stirpe, Michele (Škoda Fabia in alternanza con il fratello Alessio) undicesimo, mentre più in difficoltà sono apparsi Mauro e Andrea Bormolini che per ora non sono riusciti ad esprimersi al meglio con la loro Mazda 323.

Nella sfida riservata ai Kart Cross il miglior tempo in qualifica va a Simone Firenze che fa meglio per 609/1000 di Christian Tiramani, quindi Armando Bracco che contiene il ritardo sotto il secondo. Bene l’esordio anche della pink lady Virginia Moncini che ha sfruttato i quattro giri a disposizione per conoscere la pista e il mezzo a disposizione.

La struttura delle gare prevede verifiche sportive e tecniche il sabato nella mattinata di sabato, con prove libere e qualifiche nel dopo pranzo, mentre la domenica si svolgerà il Warm-Up, e le tre manche di gara, cui farà seguito nell’immediato pomeriggio il Master King, la spettacolare sfida ruota contro ruota riservata ai piloti più veloci della giornata.

Dai spettacolo e vinci il Trofeo Concessionaria ErreBi. Essere veloce in pista sarà importante, ma sarà altrettanto importante dare spettacolo. Per questo è stato istituito il Trofeo Concessionaria ErreBi che ad ogni appuntamento premierà il concorrente che esalterà maggiormente il pubblico con le sue gesta. A decretare il vincitore sarà una giuria popolare composta da cinque spettatori scelti fra le persone che assisteranno sugli spalti. I giudici della gara di Livigno saranno i primi cinque spettatori che acquisteranno il biglietto d’ingresso.

Il calendario

12-13 gennaio: Livigno (SO), coefficiente 1

26-27 gennaio: Pragelato (TO), coefficiente 1

9-10 febbraio: Pragelato (TO), coefficiente 1,5

16-17 febbraio: Serre Chevalier (Francia), coefficiente 2

J.M.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium