/ torinosportiva.it

Che tempo fa

Cerca nel web

torinosportiva.it | 22 gennaio 2019, 19:01

8° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino, grazie alla vittoria sulla Norvegia, l’Italia si rimette in carreggiata

Ottima la prestazione degli Azzurri, apparsi più sciolti e decisi dopo l'esordio di ieri con la Corea del Sud. Decisive, ai fini del risultato, le prestazioni di Stephan Kafmann, eletto miglior giocatore della partita, e di Sandro Kalegaris, autore di una doppietta

8° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino, grazie alla vittoria sulla Norvegia, l’Italia si rimette in carreggiata

Dopo la sconfitta di ieri, la Nazionale Italiana si rialza con veemenza nella seconda giornata del Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino. Sul ghiaccio del PalaTazzoli, i ragazzi di coach Massimo Da Rin sconfiggono di slancio la Norvegia sfoderando una prestazione sicura ed energica, culminata nel 3-1 finale. Nessuna sorpresa, questa volta, nella gara del pomeriggio: la Corea del Sud si conferma al comando della classifica superando agevolmente la Slovacchia con un altro 4-0. Particolarmente emozionante il momento della premiazione dei migliori giocatori di Italia-Norvegia, contraddistinto dalla presenza della mamma di Andrea “Ciaz” Chiarotti Serena e del fratello Guido.

ITALIA – NORVEGIA 3-1 (I: 2 Sandro Kalegaris, Roberto Radice; N: Morten Værnes)

MVP: Stephan Kafmann (I) e Audun Bakke (N)

Ottima la prestazione degli Azzurri, apparsi più sciolti e decisi dopo l'esordio di ieri con la Corea del Sud. Decisive, ai fini del risultato, le prestazioni di Stephan Kafmann, eletto miglior giocatore della partita, e di Sandro Kalegaris, autore di una doppietta. L'analisi del dopo-gara è affidata all'assistant-coach Mirko Bianchi: “Nonostante il risultato – dichiara - già ieri abbiamo visto cose interessanti e positive. Questa mattina, anche grazie all'innesto di Alessandro Andreoni, il gruppo ha lavorato ancora meglio: per i giovani si tratta di un'ottima occasione per accumulare esperienza; per quanto riguarda la prestazione, siamo particolarmente soddisfatti della nostra performance a livello fisico e dell'aggressività dimostrata sui loro dischi persi. Dal punto di vista difensivo siamo stati abbastanza disciplinati ma facciamo ancora fatica nelle uscite di zona per costruire le transizioni offensive. Personalmente sono anche molto contento del livello generale del torneo, che ritengo uno dei più interessanti: tutte le squadre hanno sperimentato convocando giocatori nuovi, rendendo le partite molto equilibrate” 

COREA DEL SUD – SLOVACCHIA 4-0 (Young Sung Kim, 2 Si Woo Choi, Ju Seung Lee)

MVP:  Yu Man Gyun (K),  Miroslav Kardos (S)

Dopo una prima frazione tutto sommato equilibrata, gli asiatici confermano la propria superiorità con un'altra prestazione da incorniciare. Nulla da fare per una Slovacchia che, nonostante la buona partenza, non regge l'onda d'urto degli avversari.

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium