/ Juve

Che tempo fa

Cerca nel web

Juve | 27 gennaio 2019, 10:00

Juve, Allegri riabbraccia Caceres e pensa al campionato: "Martin è un giocatore che ho fortemente voluto. La Lazio? Ci aspetta una partita complicata"

Questa sera alle 20.30 i campioni d'Italia di scena a Roma contro i biancocelesti, riecco l'uruguagio giunto in bianconero per sostituire il partente Benatia. Il tecnico sul difensore marocchino: "Ha chiesto di andare via, la società l'ha accontentato".

Martin Caceres: torna alla Juve dopo le due precedenti esperienze (2009-'10 e dal 2012 al 2016)

Martin Caceres: torna alla Juve dopo le due precedenti esperienze (2009-'10 e dal 2012 al 2016)

Una conferenza stampa per fare il punto sul match in trasferta a Roma contro la Lazio (questa sera ore 20.30, arbitro Marco Guida di Torre Annunziata) ma anche per riabbracciare un gradito ritorno in bianconero, Martin Caceres. Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, nella conferenza stampa alla vigilia del match contro i biancocelesti in programma all'Olimpico si è espresso così:

"Caceres? È un giocatore che ho fortemente voluto - le parole del tecnico livornese - Benatia ha chiesto di andare via, ha fatto una scelta diversa dalle nostre intenzioni e la società l'ha accontentato: ha fatto delle annate importanti e mi spiace che abbia deciso così, ma io non posso entrare nella sua testa. Poi abbiamo valutato i profili che potevamo portare qui in poco tempo e per fortuna Martin ha accettato. Conosce l'ambiente, è affidabile e va a completare un reparto già forte: quando è andato via dalla Juve ho detto che valeva Barzagli, Chiellini e Bonucci. Può fare il centrale nella difesa a quattro, anzi credo che adesso faccia meglio quello che l'esterno. Tra tre o quattro settimane avremo anche Barzagli, ora il reparto è a posto. E il nostro mercato di gennaio può considerarsi chiuso. Pogba in estate? Sinceramente credo che sia molto difficile che Paul possa tornare alla Juventus".

La partenza di Benatia con destinazione Qatar (Al-Duhail) lancia così Daniele Rugani nel ruolo di principale alternativa ai titolarissimi Bonucci e Chiellini: "Ora giocherà molte partite e avrà modo di dimostrare quanto è cresciuto in questi 4 anni - ha dichiarato Allegri a proposito del numero 24 bianconero - ha saputo aspettare e ora è pronto a nuove responsabilità. Anche Kean dovrebbe fare lo stesso ragionamento: sta per compiere 19 anni, fa gol con grande facilità ma del calcio deve imparare tutto. Ma proprio tutto, qui può farlo come da nessun altra parte. Se andasse via potrebbe avere subito quei 20 minuti in più a partita, ma non sono quelli che fanno la differenza. Quanti giovani sono andati via e dopo 5 o 6 anni sono dovuti tornare indietro per ricominciare? Capisco che il mondo va veloce, ma così si esagera un po': i giovani vanno accompagnati nel loro percorso".

Il punto, infine, sulla rosa a disposizione per la sfida odierna e sull'avversaria di giornata:

"Mandzukic rientra sabato prossimo col Parma, forse anche Khedira - ha confidato il mister juventino - Pjanic da lunedì lavorerà di nuovo con la squadra. Con la Lazio avrò comunque 15 giocatori, torna anche Cancelo che può essere un cambio importante a gara in corso. L'unico dubbio è sul centrocampo: devo decidere se partire a due o a tre. La Lazio? Ci aspetta una partita complicata, loro cercheranno di battere per la prima volta una grande. Sono una squadra fisica, tecnica, che come noi ha segnato tanto su palla inattiva".

 

PROBABILI FORMAZIONI

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, Wallace, Radu; Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Correa, Luis Alberto; Immobile.

ALLENATORE: Simone Inzaghi.

 

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Emre Can, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo.

ALLENATORE: Massimiliano Allegri.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium