/ Toro

Toro | 31 gennaio 2019, 12:02

Mihajlovic riparte da Bologna e da Edera e Lyanco. Il Toro dal baby Marcos

Il nuovo tecnico rossoblù ha chiesto in prestito i due giovani che aveva lanciato nella scorsa stagione, prima dell’esonero di gennaio. Bava regala alla Primavera il baby della cantera del Barcellona

Mihajlovic riparte da Bologna e da Edera e Lyanco. Il Toro dal baby Marcos

La notizia era nell’aria da giorni, vista la perdurante crisi di risultati del Bologna. Lo 0-4 casalingo contro il Frosinone è stato fatale a Pippo Inzaghi, sollevato dall’incarico per far posto a una vecchia conoscenza sotto le due Torri: Sinisa Mihajlovic.

A poco più di un anno dall’esonero patito a seguito della sconfitta nel derby di Coppa Italia (e di un girone di andata ricco solo di proclami e di pareggi, ma povero di gioco e vittorie), l’ex tecnico del Toro è tornato in pista, con l’obiettivo di salvare i malandati rossoblù. La stessa missione che gli era stata affidata giusto dieci anni fa, quando proprio da Bologna aveva iniziato la carriera di allenatore, dopo essere stato il vice del suo mentore Roberto Mancini.

Mihajlovic ha deciso di ripartire da due ragazzi che avevano debuttato con lui in granata: Simone Edera e il brasiliano Lyanco. Per entrambi prestito fino a giugno, con la possibilità di giocare con la nuova squadra e avere quegli spazi che in granata finora gli erano stati concessi con il contagocce. Edera in attacco è la riserva della riserva, Lyanco è rientrato dopo un doppio intervento chirurgico e ha bisogno di giocare per ritrovare la condizione: a Bologna il Toro potrà monitorarne la crescita e poi a giugno valutare il loro destino, se farli rientrare alla base o mandarli ancora altrove.

In attesa di capire se le ultime ore di mercato possano portare ad un acquisto importante per il Toro (a centrocampo la coperta è corta, anche se Ansaldi da centrale ha fatto benissimo, diventando più di una soluzione d’emergenza), il club granata ha lavorato in prospettiva portando a casa alcuni ragazzi per il settore giovanile. Il nome più importante è quello di Aejandro Marcos, difensore centrale classe 2000 della cantera del Barcellona, che sarà aggregato alla corte di Coppitelli, ma che si dice sarà tenuto sotto controllo anche da Mazzarri.

Il ragazzo, che si è svincolato dalla squadra spagnola per aggregarsi alla Primavera granata a parametro zero, firmerà il primo contratto da professionista con il Toro e dovrebbe diventare il leader della squadra Primavera, che quest’anno sogna di fare l’accoppiata campionato-Coppa Italia.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium