/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | 04 febbraio 2019, 11:03

Punti sudati per la tenace Crocetta ad Alessandria

Contro “Il canestro” una squadra che ha saputo soffrire quando era il momento di soffrire ed ha saputo vincerla quando è il momento di vincerla

Punti sudati per la tenace Crocetta ad Alessandria

Sa soffrire quando è il momento di soffrire, sa vincerla quando è il momento di vincerla. Questo in una riga il successo della Crocetta sul campo di un Canestro Alessandria che nella nuova versione da qui in poi darà del filo da torcere a tutti.

Partita giudiziosa e di sostanza quella dei ragazzi di Arioli, che ovviano alle precarie condizioni di Maino, appena 10 minuti in campo, serrano le fila in difesa nel terzo periodo e piazzano la zampata decisiva poco prima della metà del quarto, tenendo a bada poi l’arrembaggio finale dei mandrogni.
L’iniziale 5-0 e il successivo 7-2, con Amoruso protagonista, mettono subito di rincorsa la Crocetta.

Alle titubanze iniziali pone rimedio Conti, il primo sorpasso gialloverde arriva poco dopo con De Simone (7-8). Pasqualini allunga il break a 0-8 al 5’ (7-11) e poi, dopo aver conquistato un rimbalzo difensivo corre dall’altra parte per il 10-13.

La terza tripla alessandrina del match, la prima di Billi, vale l’istantaneo pareggio.
Nei restanti 4 minuti, giocati ad alta velocità e senza falli (appena 4 in totale nella decina) i primi punti in C Gold del 2000 crocettino Leone (15-15) e il doppio +6 alessandrino, di Amoruso e Pilati: 23-17.
Una coppia di liberi di Maino e un’iniziativa di Fontana riportano la Crocetta negli scarichi nei primi 30 secondi del secondo periodo.

Billi si alza per due volte di fila dall’arco nel giro di un minuto e mezzo e fa centro in entrambe le occasioni: 29-21 al 12’. Ancora imprecisa, la Crocetta scivola al -10 un minuto più tardi: di Pilati il 33-23 che induce Arioli al time-out.

Le indicazioni del coach sono quelle giuste e si vede subito: i punti di Arese Pasqualini e Conti riportano ad un solo possesso il distacco salesiano in poco meno di due minuti: 35-32. al 15’.
Il parziale è aperto e, visto che Il Canestro pasticcia, Taverna (bomba) e Pasqualini (ottimo il suo primo tempo pure a rimbalzo difensivo) lo rimpolpano a 0-12: 35-37.

Tre minuti abbondanti di vantaggi alterni, con i gialloverdi che ancora non ci prendono da lontano (1 su 9 al 20’), portano al 43-40 di metà gara.

Polveri bagnatissime ad inizio ripresa: 3-2 in 4’. Si segna con parsimonia anche nel prosieguo, con Il Canestro sempre un passo avanti: il ritardo ospite sale a -7 al 25’ dopo tre di Peric: 51-44.
Visto che la palla non ne vuol sapere di entrare, la squadra gialloverde si affida alla difesa e, sfruttando a dovere il bonus, si riavvicina a -3 con 4 liberi di Giordana e Taverna. Il tentativo di fuga alessandrino è annullato da una bomba di Pasqualini al 28’: 51-51, e tutto da rifare.
Con Il Canestro piantato a quota 51 per quasi 5 minuti, la Crocetta non se lo fa dire due volte e con Bonadio piazza un’altra spuntatina: 51-53 alla mezzora.

Squadre a braccetto per qualche minuto, poi la difesa ospite mette la sordina agli attacchi alessandrini, mentre sul fronte opposto Conti e Pasqualini capitalizzano il 53-59 del 34’.
Per rientrare Il Canestro si affida solo ed esclusivamente al tiro dal perimetro: il primo di Dekic va dentro, i successivi 4 no, e la Crocetta, concreta e lucida al punto giusto, accelera con Conti e tre di Arese: 56-64 al 36’.

Tenta e ritenta alla fine la tattica paga: Dekic e Peric trovano l’alzo giusto per il mirino e, sul 62-66 con due mezzo sul cronometro, la gara si riapre.

L’episodio che la chiude al 38’: rimbalzo conteso, palla in out, il possesso è assegnato dagli arbitri alla Crocetta, Lorenzo Billi protesta e viene sanzionato con un tecnico, a cui fa seguito un altro tecnico, alla panchina di casa, con successiva espulsione di coach Cesare Billi: 2/3 di Taverna a gioco fermo, quindi Conti mette a frutto il possesso addizionale con il chirurgico 62-70.
Dopo un’infrazione di passi di Amoruso, De Simone è mandato in lunetta: glaciale, 62-72 a -1’40”.
Billi non è di quelli che si arrendono facile: la sua azione da 4 punti è però bilanciata sul ribaltamento da una tripla di Pasqualini: 66-75.

Nei 70 secondi che restano agli ospiti basta gestire.

IL CANESTRO ALESSANDRIA-DON BOSCO CROCETTA 67-77

ALESSANDRIA: Billi L. 20, Amoruso 15, Pilati 7, Dekic 11, Peric 12, Fracasso n.e., Hila, Fassio 2, Candiotto, Simonelli n.e., Colli n.e., D'Elia. All. Billi C.

CROCETTA: De Simone 12, Bonelli 4, Pasqualini 19, Conti 14, Maino 2, Fontana 2, Leone 2, Arese 10, Taverna 8, Bonadio 2, Possekel n.e., Giordana 2. All. Arioli.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium