/ Sport acquatici

Sport acquatici | 05 febbraio 2019, 17:01

“Swim To - Trofeo “Città di Torino” : a Torino da venerdì 8 a domenica 10 febbraio

Oltre 1000 gli atleti in gara, provenienti da varie regioni d’Italia ed in rappresentanza di oltre 50 società

“Swim To - Trofeo “Città di Torino” : a Torino da venerdì 8 a domenica 10 febbraio

Più di 1000 atleti provenienti da varie regioni d’Italia e in rappresentanza di oltre 50 società. Campioni di oggi e di domani, impegnati in tre giorni e cinque turni di gare distribuite su due impianti. Competizione e prestazioni di alto livello, emozioni e adrenalina, in un’esperienza indimenticabile per atleti e tecnici. Tutto questo è “Swim To - Trofeo Città di Torino”, manifestazione di nuoto in vasca organizzata dal Centro Nuoto Torino in collaborazione con il Comitato Regionale FIN Piemonte e Valle d’Aosta e con il supporto logistico della Sisport Spa. Una manifestazione  istituita nel 2013 e pronta a tornare in pista per la quinta volta da venerdì 8 a domenica 10 febbraio, a poco più di due anni dall’ultima edizione disputata nel dicembre del 2016. Un lungo periodo che non ha intaccato il fascino e il richiamo di Swim To, anche quest’anno caratterizzata da grandi numeri e qualità tecnica assoluta. Saranno più di 4000 le presenze gara e tra gli atleti iscritti figurano tanti azzurri delle nazionali maggiore e giovanile, accompagnati da tutti i migliori talenti del panorama torinese e piemontese.
DOPPIA SEDE DI GARA
Il lungo fine settimana di Swim To vedrà impegnate due piscine torinesi, per rendere più agevole lo svolgimento delle competizioni alla luce della massiccia partecipazione. Al Palazzo del Nuoto - via Filadelfia 73 - si svolgeranno tutte le prove del venerdì e le finali di sabato e domenica, oltre alle qualifiche maschili del sabato e a quelle femminili della domenica. Alla piscina Usmiani - la Sisport, in via Olivero 40 - si terranno invece le qualifiche femminili di sabato e quelle maschili di domenica. Entrambe le piscine dispongono di otto corsie con blocchi di nuova generazione e vasca di scioglimento sempre disponibile. Per atleti e tecnici sarà disponibile un servizio navetta che terrà in collegamento i due impianti ogni mezzora circa.
TUTTE LE GARE INDIVIDUALI DEL NUOTO
Il programma di Swim To si aprirà venerdì nel primo pomeriggio e come accaduto nelle precedenti edizioni la giornata inaugurale sarà dedicata al “Galà della Velocità”. Centinaia di atleti si sfideranno nei 50 metri in tutti gli stili e in vasca corta, con una prima fase di qualificazione e le successive finali per categoria: Ragazzi, Junior e Assoluti (comprendente Cadetti e Senior). In chiusura di prima giornata andrà in scena la 4x50 stile libero mixed, staffetta cui parteciperanno quartetti composti da due nuotatori e due nuotatrici. Il programma di sabato e domenica scatterà invece in mattinata con le qualifiche in vasca corta e culminerà nel pomeriggio con le finali in vasca lunga. Sabato si gareggerà su 400 misti, 100 farfalla, 200 dorso, 100 rana e 200 stile libero, con l’aggiunta al pomeriggio degli 800 femminili e dei 1500 maschili. Domenica sono invece previsti 400 stile libero, 200 farfalla, 100 dorso, 200 rana, 100 stile libero e 200 misti.
AZZURRI E AZZURRINI PROTAGONISTI
Spettacolo e riscontri cronometrici importanti saranno assicurati dai tanti atleti della nazionale assoluta e juniores presenti. Ai blocchi di partenza di Swim To ci saranno quindi - tra gli altri - Ilaria Cusinato, argento europeo in carica nei 200 e nei 400 misti, primatista italiana nei 200 misti; Thomas Ceccon, plurimedagliato alle ultime Olimpiadi Giovanili, nel 2018 azzurro agli Europei di Glasgow e ai Mondiali in vasca corta di Hangzhou; e ancora il due volte bronzo europeo Federico Turrini, Alex Di Giorgio, Matteo Milli, Andrea Toniato, Claudia Tarzia, Filippo Berlincioni, Lorenzo Tarocchi, la moncalierese Luisa Trombetti (Fiamme Oro/Rari Nantes Torino) e l’argento mondiale in staffetta Erica Musso, ligure e da quest’anno di casa all'Aquatica Torino. Presenti il Circolo Canottieri Aniene, società di punta in ambito nazionale, i gruppi sportivi militari e la rappresentativa della nazionale juniores guidata da Walter Bolognani. Di questa fanno parte i piemontesi Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria), Emma Virginia Menicucci (Sisport Spa), Gabriele Giovanni Rizzo, Helena Biasibetti e Carola Valle (Dynamic Sport), insieme a Simone Cerasuolo, Michele e Matteo Lamberti. A rendere l’atmosfera dell’evento ancor più “elettrica” sarà la voce inconfondibile di Luca Rasi, speaker delle più importanti gare di nuoto a livello nazionale.
PREMI
Oltre ai primi tre classificati di ogni gara (per ogni categoria), Swim To riconoscerà come da tradizione tanti premi particolari: la miglior prestazione tecnica maschile e femminile per ciascuna categoria, i record della manifestazione e il miglior passaggio a metà gara di tutte le finali dei 100 metri. I finalisti di ogni gara otterranno inoltre un punteggio in base al piazzamento e la somma dei punti conquistati dagli atleti di una stessa squadra genererà la classifica per società. La prima società classificata si aggiudicherà il nuovo Trofeo Swim To.
SWIM TO, PRESENTE E FUTURO DEL NUOTO
Marco Orsi vincitore dei 100 stile libero davanti a Alessandro Miressi, già campione europeo juniores e futuro numero uno d’Europa a livello assoluto; Thomas Ceccon nuovo primatista italiano Ragazzi dei 100 dorso e Nicolò Martinenghi più veloce di tutti nei 100 rana con il record della manifestazione. E ancora, Ilaria Cusinato “asso pigliatutto” nei misti Juniores, gli azzurri Riccardo Maestri e Samuel Pizzetti in gara al Palazzo del Nuoto dopo aver calcato anche il palcoscenico delle Olimpiadi. Sono soltanto alcune immagini delle quattro passate edizioni di Swim To, dalle quali però si riesce a intuire la filosofia della manifestazione, capace di regalare stimoli a nuotatori affermati in campo internazionale e di proporsi come importante tappa nel percorso di crescita di tanti giovani atleti. “Ci piace pensare che i ragazzi possano diventare veri atleti anche grazie a un evento come Swim To” afferma Cristiano Guerra, direttore tecnico e ideatore della manifestazione, “non necessariamente campioni nazionali o internazionali, ma atleti capaci di vivere il nuoto con impegno e passione. Il clima di sano agonismo, la competizione con i coetanei provenienti da tutta Italia, l’esempio dato dai nuotatori più esperti e maturi e l’atmosfera di festa sono davvero uno stimolo per impegnarsi e per provare a superare sé stessi, ciò che rappresenta la vera vittoria nel nostro fantastico sport”.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium