/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | 10 febbraio 2019, 07:00

Fiat Torino contro Sassari: poi il commiato con la proprietà Forni

Oggi pomeriggio, domenica 10 febbraio, alle 17, al Palavela

Fiat Torino contro Sassari: poi il commiato con la proprietà Forni

Quella di oggi pomeriggio, domenica 10 febbraio, alle 17, al Palavela contro il Banco Sardegna Sassari, se – da un lato - offre alla Fiat Auxilium Torino una nuova opportunità di muovere ancora la propria classifica (sempre deficitaria, ancor più dopo la penalizzazione inflitta a Milano ed i punti assegnati a tavolino a Pistoia) dall’altro potrebbe essere l’ultima sfida di questo disastroso campionato con l’attuale proprietà.

Le voci che da tempo si rincorrono negli ambiente solitamente bene informati della pallacanestro torinese danno infatti per cosa finalmente “fatta” il passaggio delle quote  detenute dal presidente Antonio Forni al Gruppo Leonis, già main sponsor dell’Eurobasket Roma ed impegnata, direttamente o tramite le società partner, in diversi settori, società di trading che opera principalmente nel settore dei derivati del petrolifero in Italia ad Europa.

Il gruppo è attivo anche nel settore navale delle navi da diporto con il suo partner Cantiere Navale Basilio Postiglione e nella Logistica tramite Commodore, partner in grado di trovare la miglior soluzione per ogni cliente che abbia necessita di trasportare merci via mare, terra od aerea.

La firma dovrebbe arrivare  mercoledì o giovedì complice la pausa del campionato per la Final Eight di Coppa Italia (che darebbe modo di preparare al meglio il… trapasso) e questo dovrebbe essere l’unica incertezza dell’operazione.

Oggi, con i gialloblù reduci dalla vittoria casalinga di domenica scorsa contro Reggio Emilia ed i sardi  sconfitti invece dall’Happy Casa Brindisi, ma con 8 punti in più sei Torinesi in classifica.

Un match, quello odierno, che necessita della giusta interpretazione: “Sassari – sottolinea coach Paolo Galbiatiè una squadra dotata di tanta fisicità e talento, sia nei lunghi che negli esterni, potenzialmente innescabili con diverse modalità. Il loro roster è molto lungo ed in grado di proporre tante alternative. Hanno vissuto una stagione di up and down ma anche in coppa hanno recentemente dimostrato il loro valore. Noi arriviamo da una settimana di buoni allenamenti nel corso dei quali tutti coloro che sono stati impiegati hanno offerto grande disponibilità. Dovremo entrare in campo con il giusto atteggiamento, fin dalla palla a due e lottare difensivamente con tanta energia, anche negli uno contro uno. Sarà fondamentale, anche se non facile, mantenere alta la concentrazione in ogni momento della sfida. Siamo chiamati a rispettare nel dettaglio il piano partita e dare continuità alla prestazione offerta domenica scorsa contro Reggio Emilia. Quasi superfluo dire che si tratta di una partita per noi dalla grande importanza anche considerando quanto successo in settimana tra Milano e Pistoia e il cambio della guida tecnica sulla panchina di Reggio Emilia”.

La fiducia è espressa anche da Marco Portannese: “Credo che il nostro cambio di passo sia coinciso con la buona anche se sfortunata prova offerta contro Venezia, la seconda forza del campionato. Stiamo crescendo e vogliamo credere nella ritrovata forza del gruppo e nel talento dei singoli”.

Anche il coach Vincenzo Esposito ha illustrato la sfida che attende i suoi ragazzi:  “È un momento importante della stagione perché ci avviciniamo all’appuntamento con la Final Eight e, nonostante il desiderio di restare nelle prime 8 squadre del campionato, sapendo che le prime 4 sono a solo due vittorie di distanza, siamo in una situazione complicata per lavorare e allenarci. C’è grande positività e la squadra sta mostrando l’atteggiamento perfetto per sopperire alle assenze delle ultime due settimane ma allo stesso tempo è una situazione stressante anche per i ragazzi perché preparare le gare dal punto di vista tecnico e fisico è complesso. C’è entusiasmo perché siamo a un soffio dalle prime squadre del campionato LBA, abbiamo centrato il Round of 16 con due turni di anticipo e abbiamo chiuso in vetta al nostro gruppo, disputeremo le Final Eight da sesti però in questo momento è complicato riuscire a sapere gara per gara chi avremo a disposizione in campo. I ragazzi hanno capito la situazione e stiamo cercando di fare il massimo, adattandoci a minutaggi alti per chi generalmente non è abituato, giocare in situazione diverse rispetto a inizio anno o alcune settimane fa. Ma con questo spirito che in questo momento contraddistingue i ragazzi ci presenteremo a Torino contro una squadra che non naviga in buone acque. Attenzione però, non bisogna guardare la classifica perché delle squadre in lotta per la retrocessione – tre appaiate sul fondo- l’Auxilium è la più forte, con un altissimo tasso atletico e tecnico soprattutto a livello individuale. Non sta vivendo una stagione semplice per i diversi cambi, le vicissitudini societarie e infortuni, ma è una squadra che quando si accende può far male a chiunque, anche Milano. Noi dovremo andare a Torino con la mentalità, l’atteggiamento e l’impegno di queste settimane, con una concentrazione extra per disputare una gara intelligente. Non possiamo metterla sul piano fisico o atletico perchè affrontiamo una squadra che fa di alti ritmi, pick and roll e uno contro uno-anche a giochi rotti- una delle forze principali”.

Walter Alberto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium